Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Vittorio Veneto, centinaia di bimbi e genitori si troveranno in piazza Giovanni Paolo I

“TUTI A TIRAR BANDÒT PER CIAMAR SANICOLÒ”

L'appuntamento con la tradizione popolare il 5 dicembre a Ceneda


VITTORIO VENETO - “Tuti a tirar bandòt per ciamar SaNicolò”: si rinnova a Ceneda di Vittorio Veneto venerdì 5 dicembre l’appuntamento con una tradizione popolare legata a San Nicolò. I bambini, accompagnati da genitori e nonni, tireranno bandòt per le vie del quartiere quale richiamo per il santo, affinché nella notte tra il 5 e il 6 dicembre faccia visita, con dei doni, alle loro case. Il ritrovo per tirar bandòt è alle 17,30 in piazza Giovanni Paolo I, davanti alla Cattedrale. A Ceneda la tradizione dei bandòt ha più di 70 anni e viene tramandata di generazione in generazione. Come un tempo, la vigilia del 6 dicembre, giorno in cui si ricorda San Nicola di Bari, centinaia di bambini si danno appuntamento in piazza per “ciamàr San Nicolò tirando i bandòt per le vie e dopo, ceti, ceti, spetar che el rive a casa co i so regai” (chiamare San Nicolò tirando i bandòt e poi in silenzio aspettare che arrivi a casa con i suoi regali).
Su lunghi fili vengono agganciate delle latte che, trascinate a terra, generano un forte rumore con lo scopo di richiamare il santo. Un tempo, ricordano gli anziani, si cercavano vecchi secchi, pezzi di latta arrugginiti, e la ricerca iniziava già molte settimane prima. Oggi i bambini sono più fortunati perché possono contare sulle lattine di bibite o altri barattoli, ma la fantasia non manca mai perché si può veder tirare oggetti vari. E come un tempo, rientrati a casa, si prepara un po’ di fieno per l’asinello di San Nicolò e un bicchiere di vino per il santo, nella speranza al mattino di trovare dei doni, che un tempo erano soprattutto arachidi e mandarini.

Questa tradizione è riproposta a Ceneda già da diversi anni grazie all’impegno del gruppo parrocchiale San Nicolò e dei volontari di Insieme per Ceneda. Lo scorso anno erano oltre 300 i bambini arrivati a Ceneda per tirar bandòt. Venerdì appuntamento in piazza, poi si percorreranno poi le vie San Tiziano, Cal da Poz, Frassinelle e della Gallina, per fare ritorno in piazza.