Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Denunciati due collezionisti d'arte di Oderzo e Spresiano, opera portata in Svizzera

TELA DI CARLEVARJIS RITROVATA DAI CARABINIERI

Veduta di San Marco, del valore di un milione, rubata a Roma nel 1984


TREVISO - I carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale, al termine di due perquisizioni nelle abitazioni di due collezionisti d’arte a Oderzo e Spresiano, hanno ritrovato e sequestrato un olio su tela di Luca Carlevarjis (1665 -1731), considerato uno dei precursori di Canaletto. Si tratta di una veduta di San Marco dal Canal Grande, il cui valore è stimato attorno al milione di euro, rubata in un appartamento privato a Roma nel 1984. Su ordine della procura di Roma, i militari dell’Arma hanno proceduto lo scorso 25 novembre a tre perquisizioni, due delle quali, come detto, nella Marca, in seguito al tentativo di vendita all’estero della tela da parte di un collezionista. L’opera d’arte era stata infatti portata in Svizzera e depositata in un caveau in attesa di essere venduta. Ma l’illegittimo proprietario, assieme alle altre due persone coinvolte, tutte denunciate per esportazione illecita e ricettazione, non era riuscito a piazzarlo ed aveva così deciso di riportarlo in Italia.