Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Blitz in un appartamento a Vacil di Breda: in cella un 25enne ed un 30enne

SEQUESTRATO MEZZO QUINTALE DI MARIJUANA, DUE IN MANETTE

Poliziotti romani notano i pusher e allertano i colleghi trevigiani


BREDA - (NC) Il garage di un appartamento a Vacil di Breda, intestato ad una residente del luogo, veniva utilizzato da due albanesi di 32 e 33 anni, entrambi con precedenti, come deposito di marijuana, pronta per essere spacciata nella zona: la squadra mobile sabato scorso è riuscita a sequestrare più di 52 kg di sostanza stupefacente suddivisa in 42 panetti e ad arrestare entrambi gli stranieri per detenzione ai fini di spaccio. Il valore della droga, se messa sul mercato, supera i 130mila euro. La “centrale dello spaccio” è stata scoperta sabato pomeriggio dagli investigatori della squadra mobile grazie ad una preziosa segnalazione: due agenti della polizia di Roma, in servizio a Venezia in questi giorni, stavano passeggiando nei pressi di piazzale Burchiellati ed hanno segnalato al 113 i movimenti anomali di un gruppetto di quattro stranieri, tra cui i due arrestati. Gli agenti delle volanti, giunti sul posto, hanno identificato gli stranieri: nelle tasche di uno dei due, entrambi già conosciuti dalle forze dell'ordine, sono spuntate due bustine con piccole quantità di marijuana, 8 grammi circa. Del caso sono stati subito interessati anche gli investigatori della squadra mobile che con pazienza, nonostante la scarsa collaborazione dei due balcanici, sono riusciti a risalire alla loro abitazione di Vacil di Breda. Il 33enne aveva riferito di risiedere a San Biagio ma a quel domicilio risultava non abitare più da almeno un anno, quando conviveva con la fidanzata. Il 32enne sosteneva invece di vivere in un albergo di cui però non ricordava l'ubicazione: a tradirlo è stato il controllo del suo telefono cellulare in cui è stata trovata la scannerizzazione di una bolletta dell'Enel di un capannone a Vacil, intestata ad una donna del luogo. Nell'auto su cui viaggiavano gli stranieri c'erano inoltre due mazzi di chiavi, identici: risulteranno essere di un appartamento, in cui la donna aveva vissuto in passato e di cui risultava intestataria, poco distante da questo capannone. Una volta giunti nel garage dell'abitazione gli agenti hanno scoperto il “tesoretto” di marijuana all'interno e per i due balcanici sono scattate inevitabili le manette ed il sequestro della sostanza.