Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Blitz in un appartamento a Vacil di Breda: in cella un 25enne ed un 30enne

SEQUESTRATO MEZZO QUINTALE DI MARIJUANA, DUE IN MANETTE

Poliziotti romani notano i pusher e allertano i colleghi trevigiani


BREDA - (NC) Il garage di un appartamento a Vacil di Breda, intestato ad una residente del luogo, veniva utilizzato da due albanesi di 32 e 33 anni, entrambi con precedenti, come deposito di marijuana, pronta per essere spacciata nella zona: la squadra mobile sabato scorso è riuscita a sequestrare più di 52 kg di sostanza stupefacente suddivisa in 42 panetti e ad arrestare entrambi gli stranieri per detenzione ai fini di spaccio. Il valore della droga, se messa sul mercato, supera i 130mila euro. La “centrale dello spaccio” è stata scoperta sabato pomeriggio dagli investigatori della squadra mobile grazie ad una preziosa segnalazione: due agenti della polizia di Roma, in servizio a Venezia in questi giorni, stavano passeggiando nei pressi di piazzale Burchiellati ed hanno segnalato al 113 i movimenti anomali di un gruppetto di quattro stranieri, tra cui i due arrestati. Gli agenti delle volanti, giunti sul posto, hanno identificato gli stranieri: nelle tasche di uno dei due, entrambi già conosciuti dalle forze dell'ordine, sono spuntate due bustine con piccole quantità di marijuana, 8 grammi circa. Del caso sono stati subito interessati anche gli investigatori della squadra mobile che con pazienza, nonostante la scarsa collaborazione dei due balcanici, sono riusciti a risalire alla loro abitazione di Vacil di Breda. Il 33enne aveva riferito di risiedere a San Biagio ma a quel domicilio risultava non abitare più da almeno un anno, quando conviveva con la fidanzata. Il 32enne sosteneva invece di vivere in un albergo di cui però non ricordava l'ubicazione: a tradirlo è stato il controllo del suo telefono cellulare in cui è stata trovata la scannerizzazione di una bolletta dell'Enel di un capannone a Vacil, intestata ad una donna del luogo. Nell'auto su cui viaggiavano gli stranieri c'erano inoltre due mazzi di chiavi, identici: risulteranno essere di un appartamento, in cui la donna aveva vissuto in passato e di cui risultava intestataria, poco distante da questo capannone. Una volta giunti nel garage dell'abitazione gli agenti hanno scoperto il “tesoretto” di marijuana all'interno e per i due balcanici sono scattate inevitabili le manette ed il sequestro della sostanza.