Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/187: IN FRIULI IL CAMPIONATO ITALIANO AIGG

Assegnati i tricolori 2017 dei giornalisti


TREVISO - Chiuso con l’ultima gara di Villa d’Este il Challenge Aigg Diavolina 2017 che mi aveva visto con un bel piatto d’argento, è ora la volta del Campionato individuale, che si gioca a Fagagna, al Circolo Golf Udine. Nelle giornate precedenti il Club aveva ospitato il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa Gianni Puiatti, 44enne residente a Godega Sant'Urbano

FULMINI SUGLI ELETTRODOMESTICI: CHIESTI 3 ANNI PER TRUFFA

Per la Procura avrebbe raggirato le assicurazioni per 40 mila euro



GODEGA SANT'URBANO
– (gp) Tre anni di reclusione. Questa la richiesta di condanna formulata dal pubblico ministero nei confronti di Gianni Puiatti, il 44enne di Godega Sant'Urbano finito di fronte al giudice per rispondere dei reati di truffa ai danni dell'assicurazione, danneggiamento fraudolento e simulazione di reato. La sentenza verrà pronunciata il prossimo 11 dicembre, dopo che l'udienza è stata aggiornata per le eventuali repliche delle parti.

Stando alla ricostruzione della Procura di Treviso l'uomo, difeso dall'avvocato Davide Favotto, avrebbe stipulato polizze assicurative sulla casa per danni da fenomeni elettrici e avrebbe simulato incidenti domestici dovuti a temporali, fulmini e corto circuiti per incassare il premio. Un “trucchetto” (così lo hanno definito gli inquirenti) che gli avrebbe fruttato circa 40 mila euro, il corrispettivo per i 19 eventi accertati dalla Polizia di Stato della Procura dal 2004.

Il 43enne, risultando per l'accusa proprietario di 4 abitazioni nella destra Piave e di una a Bibione, avrebbe stipulato polizze assicurative con i più grandi gruppi italiani (Axa, Cattolica, Allianz, Aviva, Uniqa e Unipol) e poi, ogni volta che si verificava un temporale, avrebbe affermato che un fulmine aveva distrutto gli elettrodomestici di una delle sue case, presentando poi la richiesta di incassare il premio.

Ai periti delle assicurazioni che uscivano per constatare i danni (al frigorifero piuttosto che al condizionatore, al televisore o all'impianto elettrico) avrebbe mostrato sempre gli stessi elettrodomestici bruciati. Per coprire la presunta truffa, avrebbe poi falsificato i documenti di vendita e di riparazione degli stessi, oltre che le fatture, in modo da garantire che ogni volta venivano colpiti elettrodomestici nuovi o riparati.