Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'episodio in piazza Sant'Andrea, si sono arrampicati attraverso un tubo del gas

TENTANO UN RAID IN CENTRO, BABY LADRI ARRESTATI DALLA POLIZIA

Fermati una 19enne ed un 16enne, fuggito a piedi un terzo complice


TREVISO - Doppio arresto da parte delle volanti della polizia che stamani hanno fermato due baby “topi d'appartamento”: si tratta di una nomade di 19 anni e di un 16enne originario della serbia. I due giovanissimi, con l'aiuto di un terzo complice che è riuscito a darsi alla fuga, hanno tentato di mettere a segno un raid ladresco in piazza Sant'Andrea. A sventarlo è stata una residente che ha subito allertato la polizia verso le 10.45 del mattino: la donna, di circa 80 anni, ha descritto all'operatore del 113 i ladruncoli e così facendo ha permesso agli agenti di identificarli e bloccarli. La ragazza era riuscita ad arrampicarsi, attraverso un tubo del gas, fino al balcone di un appartamento al primo piano: una volta rotto il vetro si era introdotta all'interno, armata con un enorme cacciavite. Il complice di 16 anni, forse alle prime armi, non era invece riuscito a salire ed è stato subito fermato ed arrestato dai poliziotti: era rimasto al pianterreno con un terzo giovane che è invece riuscito a defilarsi. Uno degli agenti ha raggiunto la 19enne nell'appartamento attraverso il suo stesso tragitto, passando cioè attraverso la finestra rotta. Nel frattempo aveva fatto rientro in casa anche la proprietaria che non riusciva però ad aprire la porta: la ladra (aveva già cominciato a rovistare nella camera da letto ma senza prendere nulla) aveva sistemato dei pezzi di plastica nella serratura per bloccarla. Entrambi sono stati portati in Questura. La giovane è ben conosciuta dalle forze dell'ordine ed ora si trova nelle celle di sicurezza della Questura: vanta quattro diverse identità, otto precedenti per furto, due per rapina e altre denunce per porto di strumenti atti ad offendere. Il minorenne (a carico già quattro denunce per furto) è stato invece portato presso il carcere minorile di Treviso.