Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Contro i teppisti occorre agire sull'educazione partendo dalle scuole"

PI┘ POLIZIOTTI A TREVISO, MANILDO SCRIVE AL MINISTRO

"Bisogna lavorare perchŔ la cittÓ sia anche percepita come sicura"


TREVISO - Il sindaco Giovanni Manildo è pronto ad andare a Roma per sollecitare un rafforzamento degli organici delle forze dell'ordine per Treviso, in particolare della Polizia, già carente di varie unità. Per questo il primo cittadino ha scritto al ministro dell'Interno Angelino Alfano chiedendo di fissare un appuntamento.
Intanto la questione verrà discussa a livello locale in una nuova riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, convocata per mercoledì prossimo. A confermalo lo stesso sindaco. "Dobbiamo andare avanti con l'idea del patto per la sicurezza, ciascuno deve svolgere il proprio compito con grande decisione - ribadisce Manildo - . A Treviso si fa molto, ma si deve fare ancora di più non ci si può limitare ad una statistica ottima, perché i reati stanno scendendo, ma bisogna lavorare perché la nostra città oltre ad essere, sia anche percepita come molto sicura".

Manildo, soprattutto, distingue tra gli episodi avvenuti nella zona di via Roma - ponte San Martino, come l'aggressione di un'autista da parte di un gruppo di ragazzini, e altri reati, come la rapina messa a segno in centro nei giorni scorsi: "Sono due fenomeni che devono essere affrontati in modo diverso - spiega -: il tema della stazione delle corriere va affrontato anche come emergenza educativa, ripartendo dalle scuole. Protagonisti di quell’episodio sono stati ragazzi minorenni, dobbiamo fare in modo che si riprenda ad insegnare educazione e rispetto. Riguardo alla rapina, invece, dobbiamo aumentare la sicurezza dei nostri luoghi. E questo si può fare con un maggior presidio del territorio, quindi con telecamere, vigilanza, sicurezza partecipata e con una collaborazione sempre più forte tra le forze dell’ordine, chiedendo degli interventi allo Stato, ma anche alla Regione: non dimentichiamo che il fondo regionale per la sicurezza era di 8 milioni, è stato tagliato a 450mila euro.

Per il responsabile dell'amministrazione municipale l'emergenza non va sottovalutata, ma neppure esasperata: "Non è che ci sia più delinquenza, tanto è vero che, dal punto di vista statistico, i reati sono in calo. È un momento di crisi economico-sociale, dobbiamo affrontarlo tutti insieme, capendo che la sicurezza è un bene importante da non strumentalizzare".