Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Condannato un 49enne di Pieve di Soligo, giudicato l'autore del colpo

RAPINA AL DISTRIBUTORE ERG DI FALZÈ DI PIAVE: TRE ANNI E MEZZO

Armato di pistola, colpì la titolare e riuscì a impossessarsi di 5.875 euro



SERNAGLIA DELLA BATTAGLIA
– (gp) Tre anni e sei mesi di reclusione oltre al pagamento di 700 euro di multa. Questa la condanna inflitta dal tribunale di Treviso a un 49enne di Pieve di Soligo considerato dai giudici l'autore della rapina messa a segno ai danni della titolare della pompa di benzina Erg di via Pieve di Soligo a Falzè di Piave il 14 settembre 2010. Difeso dall'avvocato Daniele Toffanin, l'uomo rischiava una condanna più pesante visto che il pm Barbara Sabattini aveva chiesto una pena finale di 5 anni di carcere.

Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso l'uomo, travisato da un cappello e da una sciarpa (indossati come se sembrassero un passamontagna), armato di pistola avrebbe atteso la chiusura del distributore prima di rapinare la titolare. La donna, mentre si stava avvicinando all'auto per tornare a casa, sarebbe stata sorpresa dal 49enne il quale, minacciandola con la pistola, si sarebbe fatto consegnare l'incasso della giornata (un bottino da 5.875 euro) prima di scappare a piedi. Per portare a termine il colpo, utilizzando il calcio della pistola avrebbe anche colpito la donna all'avambraccio, causandole delle lesioni giudicate guaribili dai medici in 15 giorni di prognosi.