Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre persone controlleranno gli ingressi: code fisiologiche in entrata per il primo giorno

SICUREZZA IN TRIBUNALE: OPERATIVO IL METAL DETECTOR

entrata privilegiata per avvocati, magistrati e dipendenti con il badge



TREVISO
– (gp) Con quasi un mese d'anticipo rispetto alle previsioni, è diventato operativo il metal detector all'ingresso del Tribunale di Treviso. Aumenta dunque il grado di sicurezza nel palazzo di giustizia di via Verdi, garantito dalla presenza costante di tre agenti della Polizia Locale e della Polizia Provinciale: due persone al passaggio degli utenti sotto il macchinario, una in sala operativa per controllare le borse e le valigette. Un meccanismo identico ai controlli negli aeroporti.

Il metal detector è tarato per consentire il passaggio di quantità minime di metallo, che devono essere depositate nelle apposite cassette prima del controllo. Chiunque voglia entrare in tribunale dovrà quindi svuotare le tasche da monete, chiavi, accendini, telefoni cellulari e tablet. Una discreta tolleranza riguarda le cinture, ma se la presenza di metallo nelle fibbie dovesse essere superiore al peso consentito si dovranno togliere. Gli agenti hanno anche facoltà di effettuare, se si rendesse necessario, ispezioni di sicurezza che, nei casi più estremi, potrebbero tramutarsi anche in perquisizioni personali.

Avvocati, magistrati e personale amministrativo, utilizzando il proprio badge, hanno un'entrata privilegiata esente da controlli. Il primo giorno di utilizzo del metal detector ha comportato un rallentamento nelle operazioni di ingresso in tribunale, creando qualche mugugno tra gli utenti. Una conseguenza fisiologica, destinata a risolversi col passare dei giorni.

“Finalmente siamo riusciti a innalzare il livello di sicurezza in tribunale – ha dichiarato il presidente Aurelio Gatto – Un ringraziamento va al Comune di Treviso che ha accolto le nostre richieste e si è impegnato da subito per metterle in pratica”.