Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La Regione: "Gravi patologie pregresse, nesso da dimostrare"

SECONDA ANZIANA DECEDUTA DOPO LA VACCINAZIONE ANTI-INFLUENZALE

La vittima è una donna di 86 anni dell'Ulss di Cittadella e Camposanpiero


PADOVA - Un secondo caso di un'anziana morta dopo aver assunto il vaccino anti-influenzale si è registrato il Veneto, sempre in provincia di Padova. L'Ulss 15 Alta Padovana, che copre l'area di Cittadella e Camposanpiero, infatti, ha segnalato il decesso di una donna di 86 anni: a diffondere la notizia è la Regione. La paziente, peraltro, spiegano dall'azienda socio-sanitaria, era affetta da rilevanti patologie pregresse: era stata vaccinata con il Fluad, il vaccino prodotto dalla Novartis, comun denominatore anche di altre morti sospette avvenute nei giorni scorsi in altre regioni d'Italia. L'episodio è stato immediatamente comunicato al sistema di farmacovigilanza nazionale. “Ma non è possibile allo stato attuale – sottolineano i tecnici regionali - specificare nessun nesso di causalità e rimane pertanto solo la concordanza temporale”.
Riguardo all'alta vittima, 82enne, vaccinata contro l'influenza e poi deceduta a Padova, le autorità precisano che in questo caso la tipologia di farmaco iniettato era un altro, come anno accertato le verifiche effettuate dal Settore Igiene Pubblica e Prevenzione con l’Ulss 16 di Padova. Anche in questo caso, specificano dalla Regione, "il nesso di causalità tra la vaccinazione ed il decesso è tutto da verificare e da dimostrare, stante anche il fatto che la paziente era affetta da importanti patologie pregresse”.