Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tra 2014 e 2015 interventi sui marciapiedi e in tre scuole elementari

UN MILIONE DI EURO PER RENDERE TREVISO "CITTÀ ACCCESSIBILE"

Percorso senza barriere dalla stazione a piazza dei Signori


TREVISO - Treviso città accessibile a tutti, anche per i disabili. Per raggiungere l'obiettivo l'amministrazione comunale ha stanziato 800mila euro tra il 2014 e il 2015, a cui si dovrebbero sommare altri 150mila euro provenienti dalla Regione. Tra i principali interventi, la creazione di un percorso tra la stazione ferroviaria e piazza dei Signori. Poche centinaia di metri, irte però di insidie per chi ha difficoltà motorie, sensoriali o cognitive, come ha rivelato un recente sopralluogo. Verranno, ad esempio, installate segnalazioni tattili sulla pavimentazione per indicare ai non vedenti la presenza di attraversamenti pedonali, montate barriere per proteggere dalle auto, fresati e livellati i gradini nel passaggio sul Calmaggiore e nella soglia d'ingresso alla Prefettura. “Interventi minimali – spiega l'architetto Sergio Maurizio che ha curato il progetto – ma che possono migliorare la qualità della vita in città”. Non solo per i disabili, spiegano i rappresentanti delle associazioni di settore, ma pure per anziani o mamme con carrozzine e, perchè no, rappresentare un ulteriore fattore di attrazione turistica. Le segnalazioni sulle esigenze più urgenti e le possibili soluzioni arriveranno dalle stesse organizzazioni, costituitesi nel gruppo “Per un'Abile città”.
Nel corso dell'anno sono stati rifatti i marciapiedi o eliminate barriere davanti al liceo Canova, in via Paludetti, Medaglie d'oro, Riccati, Zecchette, degli Alpini. Nuove rampe sono state posizionate alle scuole elementari Pascoli e Carducci: nei due complessi scolastici, oltre che alle Collodi, nei prossimi mesi verranno risistemati anche gli spazi esterni.
“Puntiamo ovviamente a risolvere dei problemi – sottolinea l'assessore ai Lavori pubblici Ofelio Michielan -, ma vogliamo soprattutto lanciare un messaggio: chi arriva a Treviso deve percepire di trovarsi in una città europea”. Partirà anche una campagna verso i commercianti: il 90% dei negozi trevigiani attualmente presenta difficoltà di accesso per un disabile, chi si adeguerà potrà fregiarsi di un logo apposito: “Qui io posso”.