Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una 45enne di Trevignano condannata anche a mille euro di pena pecuniaria

PICCHIA LA VICINA DI CASA: DOVRÀ DARLE DUEMILA EURO DI DANNI

Era accusata di Lesioni, danneggiamento, minacce e ingiurie


TREVIGNANO – (gp) Condannata a mille euro di pena pecuniaria e duemila euro di risarcimento danni in favore della parte civile oltre alle spese legali. Questa la decisione del giudice di pace che ha messo la parola fine a una vicenda giudiziaria che ha fatto finire in aula una lite tra vicini di casa.

Sotto accusa per le ipotesi di reato di lesioni personali, danneggiamento, ingiurie e minacce, una 45enne di Trevignano. Vittima la donna che da anni le abita a fianco e con la quale i rapporti non sarebbero mai stati idilliaci. Dalle parole però il 14 febbraio 2012 si sarebbe passati ai fatti.

La 45enne, stando al capo d'imputazione, al culmine di una lite avrebbe spinto la vittima contro una porta e le avrebbe rifilato un pugno in testa. Poi avrebbe iniziato a prenderla a calci alle gambe e al corpo e l'avrebbe anche graffiata al volto. Il responso medico parlava di “ematoma al cuoio capelluto e lesioni da graffio oltre a contusioni semplici alla gamba”. Ferite che vennero giudicate guaribili in dieci giorni di prognosi. Nel colpirla al volto, la 45enne fece cadere la donna a terra rompendole gli occhiali: da qui il reato di danneggiamento.

Un episodio che spinse la vittima a presentare denuncia e a costituirsi parte civile a processo con l'avvocato Simone Guglielmin.