Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una 45enne di Trevignano condannata anche a mille euro di pena pecuniaria

PICCHIA LA VICINA DI CASA: DOVRÀ DARLE DUEMILA EURO DI DANNI

Era accusata di Lesioni, danneggiamento, minacce e ingiurie


TREVIGNANO – (gp) Condannata a mille euro di pena pecuniaria e duemila euro di risarcimento danni in favore della parte civile oltre alle spese legali. Questa la decisione del giudice di pace che ha messo la parola fine a una vicenda giudiziaria che ha fatto finire in aula una lite tra vicini di casa.

Sotto accusa per le ipotesi di reato di lesioni personali, danneggiamento, ingiurie e minacce, una 45enne di Trevignano. Vittima la donna che da anni le abita a fianco e con la quale i rapporti non sarebbero mai stati idilliaci. Dalle parole però il 14 febbraio 2012 si sarebbe passati ai fatti.

La 45enne, stando al capo d'imputazione, al culmine di una lite avrebbe spinto la vittima contro una porta e le avrebbe rifilato un pugno in testa. Poi avrebbe iniziato a prenderla a calci alle gambe e al corpo e l'avrebbe anche graffiata al volto. Il responso medico parlava di “ematoma al cuoio capelluto e lesioni da graffio oltre a contusioni semplici alla gamba”. Ferite che vennero giudicate guaribili in dieci giorni di prognosi. Nel colpirla al volto, la 45enne fece cadere la donna a terra rompendole gli occhiali: da qui il reato di danneggiamento.

Un episodio che spinse la vittima a presentare denuncia e a costituirsi parte civile a processo con l'avvocato Simone Guglielmin.