Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per la procura il caso è quasi chiuso: resta da capire il movente del delitto

DUPLICE OMICIDIO-SUICIDIO: SABATO L'AUTOPSIA SULLE VITTIME

Tra i quesiti anche quello di stabilire quando si è consumata la tragedia


REFRONTOLO – (gp) Sarà l'autopsia, disposta dal sostituto procuratore Giuseppe Salvo, a tentare di svelare alcuni particolari sul duplice omicidio-suicidio di Refrontolo. L'esame sui corpi di Teresa Rasopon, Sisto De Martin e il figlio Christian verrà eseguito sabato. Oltre alla causa della morte (peraltro già abbastanza chiare), sarà importante per gli inquirenti capire l'esatta successione dei fatti ma soprattutto a quando risale la mattanza, visto che dai primi riscontri pare che i corpi dei tre familiari siano stati ritrovati molte ore dopo il delitto, che potrebbe risalire addirittura alla notte di domenica.
La Procura ha supposto, per il momento, che sia stata la casalinga di 56 anni a essere stata uccisa per prima. Il corpo, ritrovato nel bagno al piano terra, presentava un ferita da taglio al collo ma la morte sarebbe stata causata dai colpi in testa inferti con una mazzetta da muratore. Il pensionato sarebbe poi salito al primo piano, si sarebbe diretto nella camera del figlio che dormiva prono e, alzandogli la testa, lo avrebbe sgozzato con un coltello da cucina. Prima di lasciare il coltello a fianco del figlio, lo avrebbe anche colpito con la mazzetta. Poi, a delitti consumati, sarebbe salito in mansarda per impiccarsi con una corda presa all'interno di uno sgabuzzino.