Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

La Congrega per le tradizioni lancia un una serie di eventi sugli artisti trevigiani "dimenticati"

LO SPIRITO DELLA VECCHIA TREVISO NEI DIPINTI DI GIANCARLO DAVID

Mostra sul pittore curata da Giorgio Fantin all'osteria da "Muscoli's"


TREVISO - Pittore, incisore, restauratore: Giancarlo David è stato un artista a tutto tondo. E, pur esendo di origini foreste, anche un esponente del più tipico spirito della vecchia Treviso. Nato a Caorle nel 1948, dopo aver frequentato l'Istituto d'arte ai Carmini e l'Accademia di Belle arti a Venezia, si era trasferito nella Marca nei primi anni '70 per insegnare al Liceo artistico cittadino, rimanendovi fino alla prematura scomparsa, nel 2003.
Ora una retrospettiva ne ricorda la figura e l'opera. A curare la piccola mostra, per conto della Congrega per il recupero delle tradizioni trevisane, Giorgio Fantin, che di David fu amico e che ha messo insieme per l'occasione una serie di quadri posseduti da altri compagni e conoscenti di vecchia data. E con le opere riemergono gli aneddoti: dagli affreschi ritrovati in un'antica casa del centro durante lavori di ristrutturazione alle serate di “Magnar d'artista”, con i ristoratori “pagati” in disegni e schizzi. Non casuale nemmeno la sede scelta per l'esposizione: l'osteria da “Muscoli's” in Pescheria, dove la congrega ha ricavato un proprio spazio, in una commistione tra cultura e convivialità profondamente praticata dallo stesso pittore.
L'evento atturale, del resto, è la seconda tappa (la prima era stata riservata a Sante Cancian) di un ciclo di esposizioni che Fantin e la congrega intendono dedicare a pittori e artisti trevigiani, spesso purtroppo dimenticati o poco conosciuti, soprattutto dai più giovani.
La mostra rimarrà aperta fino al 30 dicembre: oggi l'inaugurazione ufficiale, bevendo “un'ombra” alla salute dell'arte, proprio come sarebbe piaciuto a Giancarlo David.


Vi riproponiamo l'intervista integrale con Giorgio Fantin