Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, testimone lancia l'allarme alla polizia, aggressore fermato in stazione

AGGREDISCE E RAPINA UN 14ENNE, GIOVANE MACEDONE ARRESTATO

"Bullo" 17enne ai domiciliari, pestaggio per un I phone 5


CONEGLIANO - Ha picchiato e rapinato del proprio telefono cellulare, un I phone 5, un ragazzo straniero di 14 anni. Per questo motivo gli agenti del Commissariato di Conegliano hanno arrestato un macedone di appena 17 anni che ora si trova ai domiciliari presso la sua abitazione. L'episodio risale a qualche giorno fa ed è avvenuto in via Manin a Conegliano. Il giovane balcanico, già conosciuto dalle forze dell'ordine e considerato uno dei “bulli del Biscione”, ha avvicinato il 14enne e gli ha ordinato di consegnare il cellulare. “Il telefono è mio”: avrebbe detto. Al no della vittima è scattata l'aggressione del 17enne nei suoi confronti, a colpi di calci e pugni. Mentre il 14enne era a terra, dolorante, il malvivente gli ha sfilato il cellulare dalle tasche ed è fuggito a piedi. Ad assistere alla scena un ragazzo italiano che ha subito allertato il 113. Una volante della polizia ha fermato il 17enne poco distante, nei pressi della stazione: per lui inevitabili le manette. Il 14enne, sotto choc, è stato soccorso dal Suem118 e trasportato all'ospedale di Conegliano. Stando al referto medico il giovanissimo ha riportato una prognosi di 5 giorni dovuta ad un trauma facciale.