Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Insieme ad altri due compagni visiterà i campi profughi e le comunità locali

DA TREVISO AL KURDISTAN PER PORTARE SOSTEGNO ALLA LOTTA CONTRO L'ISIS

Davide Giacometti è in partenza per il confine turco-siriano


TREVISO - Da Treviso al confine turco-siriano, per portare sostegno e per conoscere in prima persona la realtà dei rifugiati curdi, fuggiti dalle persecuzioni dell'Isis, il gruppo integralista che vorrebbe ricostituire il califfato islamico. E' l'obiettivo del viaggio che Davide Giacometti si appresta a compiere: il 29enne trevigiano partirà venerdì, insieme a due altri giovani di Mestre, per la regione, dove si tratterrà fino al 22 dicembre, quando verranno “rilevati” da altri ragazzi di Bologna. Giacometti, che fa parte del collettivo Ztl Wake Up (ma la trasferta è del tutto indipendente, scollegata da qualsiasi organizzazione), e suoi compagni visiteranno alcuni dei cinque campi profughi dove si sono concentrare migliaia di curdi e incontreranno i responsabili di alcune comunità locali. Scopo, compredendere e testimoniare le condizioni di vita di queste persone, per contribuire, per quanto possibile, a ravvivare l'attenzione dell'opionione pubblica su quella che definiscono una guerra dimenticata. Proprio per questo, Davide, sfruttando le sue conoscenze di autore di video, conta di realizzare un reportage sulla sua esperienza. Per ragioni logistiche, i tre non potranno portare con sé aiuti, ma verificheranno sul campo quali possibiltà ci sono di dar vita ad iniziative umanitarie. Per questo è allo studio l'avvio di una raccolta fondi.