Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Astensione di 8 ore per protestare contro Jobs act e legge di Stabiltà

DOMANI LA MARCA SI FERMA PER LO SCIOPERO GENERALE DI CGIL E UIL

Treni regolari dopo la precettazione, possibili disagi per bus e aerei


TREVISO - Anche nella Marca, venerdì i lavoratori scenderanno in piazza per lo sciopero generale indetto su scala nazionale da Cgil e Uil (non ha invece aderito la Cisl).
L'astensione, per l'intera giornata di otto ore per tutte le categorie, è stata proclamata per protestare contro le recenti manovre del governo, in particolare legge di Stabilità e Jobs act, come sintetizza lo slogan della giornata “Così non va!”, ma anche per sostenere le proposte sindacali in tema di lavoro, riforma della Pubblica amministrazione e politica economica.
In consenguenza della mobilitazione dei lavoratori diversi servizi, fatti salvi quelli essenzial, potrebbero non essere effettuati o subire riduzioni e rallentamenti, a partire dai trasporti. Treni regolari, dopo che il ministro dei Trasporti ha precettatto i ferrovieri, mentre disagi potrebbero riguardare chi prende autobus o corriere: a Treviso lo scioperò sarà dalle 15 alle 23 per gli addetti sia delle rete urbana che extraurbana; a Venezia i dipendenti del trasporto pubblico locale urbano e di navigazione sciopereranno dalle 9,30 alle 16,30 e dalle 15 alle 23 quelli dell'extraurbano; a Verona dalle 10 alle 18 sia per l'urbano che l'extraurbano; a Padova dalle 15,30 a fine turno per l'urbano e dalle 14,30 a fine turno per extraurbano; a Vicenza dalle 15 alle 23 per entrambe le tipologie; a Rovigo i lavoratori della società Garbellini incroceranno le braccia dalle 9 alle 12 e dalle 15 a fine turno, mentre quelli della Bus Italia si fermenranno dalle 8,15 alle 12 e dalle 17,30 a fine turno; a Belluno tutto il personale del settore sarà in agitazione dalle 8,10 alle 12 e dalle 15,40 a fine turno.
Nei vari capoluoghi di provincia sono in programma anche diverse manifestazioni. Copione consolidato a Treviso: appuntamento alle 9 alla stazione ferroviaria,, da dove prenderà il via il corteo che si snoderà nel centro storico fino in Piazza dei Signori. Qui si terranno le dichiarazioni dei segretari generali di Cgil, Giacomo Vendrame, e Uil, Carlo Viel, e dei delegati sindacali.
I due sindacati – spiegano i vertici provinciali - “portano in piazza le critiche e le proprie proposte concrete per cambiare la situazione e uscire dalla crisi: investimenti nel settore pubblico, offerta di servizi di qualità, sburocratizzazione, semplificazione del mercato del lavoro, abbattimento della precarietà e solidità dei contratti, sostegno alle pensioni e ai redditi bassi, investire sulla scuola e sulla formazione professionale, legalità e lotta all’evasione fiscale sono le parole d'ordine”
I segretari regionali di Cgil e Uil del Veneto, Elena di Gregorio e Gerardo Colamarco, parleranno rispettivamente a Belluno e Venezia