Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/240: A DONNAFUGATA IL CAMPIONATO INDIVIDUALE AIGG 2018

I giornalisti golfisti si sfidano in Sicilia


DONNAFUGATA - Il maltempo aveva imperversato fino il giorno prima, e continuava a devastare parte della Sicilia. Non eravamo in molti giornalisti praticanti di golf provenienti da mezza Italia, a prendere il coraggio e andar a sostenere il Campionato già da tempo programmato. Donnafugata, il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/239: DAGLI USA LA NUOVA PROMESSA AZZURRA

Virginia Elena Carta vince il Landfall Traditional


La giovane italiana Virginia Elena Carta trionfa nel Landfall Traditional, prestigioso torneo del campionato universitario americano.  È il 30° successo azzurro in campo internazionale: nuovo record in una stagione. Conosco Virginia, son passati molti anni da quando ebbi...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/238: IL CAMPIONATO ITALIANO DI DOPPIO DELL'AIGG

Al club Chervò il torneo intitolato a Paolo Dal Fior


SIRMIONE - Concluso il Challenge AIGG che ci ha portato a giocare sui più bei Campi d’Italia, e insabbiata la Coppa delle Nazioni dall’esito meno brillante per la squadra dell’Italia (sesto posto), vinta dalla Germania a Villa Carolina, era ora la volta del Campionato...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa per resistenza a pubblico ufficiale un 55enne di Ponzano Veneto

"SFIDA" UN VIGILE E SI DISTENDE IN MEZZO AL TERRAGLIO: ASSOLTO

A scagionarlo in aula i racconti dei testimoni dell'episodio incrimnato


MOGLIANO VENETO – (gp) Forse per scherno o forse per ripicca, aveva “sfidato” un agente della Polizia Locale di Mogliano Veneto passando sulle strisce pedonali con il semaforo rosso e distendendosi in mezzo al Terraglio bloccando il traffico.

Una condotta che aveva costretto il vigile a stringergli le manette ai polsi per resistenza a pubblico ufficiale. Finito a processo, un francese di 55 anni residente a Ponzano Veneto, difeso dall'avvocato Mario Nordio, è stato assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste.

Stando al capo d'imputazione l'uomo, usando “violenza e minacce” nei confronti dell'agente che lo invitava a non impegnare l'attraversamento pedonale in quanto il semaforo era rosso, avrebbe attraversato comunque il Terraglio e, “alzando in segno di stizza il braccio”, si sarebbe poi gettato a terra in mezzo alla strada costringendo il vigile ad ammanettarlo.

Per l'accusa il 55enne si sarebbe poi dimenato energicamente dalla presa dell'agente dicendogli: “Ti pentirai di quello che stai facendo, te la farò pagare”. A processo i testimoni portati dalla difesa hanno raccontato però una storia diversa, puntando il dito (ha sostenuto la difesa) contro le maniere dell'agente di polizia locale. Motivo per cui il giudice ha dato ragione all'imputato, assolvendolo con formula piena.