Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/194: IN SUDAFRICA IL PENULTIMO ATTO DELL'EUROPEAN TOUR

Vittoria per l'indolo di casa Brendan Grace


Dopo il Turkish Open, giocato ad Antalya la scorsa settimana e conquistato da Justin Rose, siamo ora al Gary Player GC di Sun City (par 72) in Sudafrica, dove, dal 9 al 12 novembre, si disputa il Nedbank Golf Challenge penultimo atto dell’European Tour, e settimo degli otto eventi delle Rolex...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/193: IN OMAN SI CONCLUDE LA CORSA DEL CHALLENGE

In palio la "carta" per l'European Tour


MUSCAT - Ricordiamo brevemente cos’è il Challenge, chiamato un tempo Satellite. È un Tour organizzato dal PGA European Tour, con la serie di tornei di golf professionali. È finalizzato allo sviluppo e alla promozione degli atleti al Tour europeo, che si classificano in...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/192: JUSTIN ROSE, RIMONTA VINCENTE IN CINA

Il Wgc di Shanghai si decide solo nel giro finale


SHANGHAI - Sul percorso dello Sheshan International GC (par 72), a Shanghai, dal 26 al 29 ottobre, si è giocato il quarto e ultimo torneo stagionale, del World Golf Championship, il mini circuito mondiale, a cui sono stati ammessi appena 78 concorrenti, solo i grandi. Com’è...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa per resistenza a pubblico ufficiale un 55enne di Ponzano Veneto

"SFIDA" UN VIGILE E SI DISTENDE IN MEZZO AL TERRAGLIO: ASSOLTO

A scagionarlo in aula i racconti dei testimoni dell'episodio incrimnato


MOGLIANO VENETO – (gp) Forse per scherno o forse per ripicca, aveva “sfidato” un agente della Polizia Locale di Mogliano Veneto passando sulle strisce pedonali con il semaforo rosso e distendendosi in mezzo al Terraglio bloccando il traffico.

Una condotta che aveva costretto il vigile a stringergli le manette ai polsi per resistenza a pubblico ufficiale. Finito a processo, un francese di 55 anni residente a Ponzano Veneto, difeso dall'avvocato Mario Nordio, è stato assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste.

Stando al capo d'imputazione l'uomo, usando “violenza e minacce” nei confronti dell'agente che lo invitava a non impegnare l'attraversamento pedonale in quanto il semaforo era rosso, avrebbe attraversato comunque il Terraglio e, “alzando in segno di stizza il braccio”, si sarebbe poi gettato a terra in mezzo alla strada costringendo il vigile ad ammanettarlo.

Per l'accusa il 55enne si sarebbe poi dimenato energicamente dalla presa dell'agente dicendogli: “Ti pentirai di quello che stai facendo, te la farò pagare”. A processo i testimoni portati dalla difesa hanno raccontato però una storia diversa, puntando il dito (ha sostenuto la difesa) contro le maniere dell'agente di polizia locale. Motivo per cui il giudice ha dato ragione all'imputato, assolvendolo con formula piena.