Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO L'intervista al sindaco di Santa Lucia di Piave Riccardo Szumski

NASCE IL PROGETTO "TERRE DELL'ANTICA FIERA DEL PIAVE"

Presentato il primo marchio collettivo territoriale provinciale


SANTA LUCIA DI PIAVE – Si chiama “Terre dell’Antica Fiera del Piave - prodotti, storia, eventi”. È il primo marchio collettivo territoriale della provincia di Treviso ideato dal Comune di Santa Lucia di Piave insieme al CURA dell’Università di Padova, il Consorzio Universitario di Ricerca Applicata del dipartimento di Ingegneria Industriale.
Ci sono diversi strumenti per promuovere un territorio creando quelle sinergie che supportano un progetto di marketing territoriale. Santa Lucia di Piave, realtà caratterizzata da una millenaria fiera agricola e da una rievocazione storica ad essa legata che cresce per afflusso di pubblico ogni anno di più, ha scelto la strada del “marchio territoriale” con un percorso di coinvolgimento degli attori economici, sociali, istituzionali su un’idea condivisa di sviluppo locale e su un percorso comune per concretizzare questa idea.
«L’idea che sta alla base di questo percorso – spiega il sindaco Riccardo Szumski, ideatore, insieme all’assessore Luca Bellotto, dell’iniziativa - è che è possibile realizzare una crescita economica duratura e sostenibile nella misura in cui si riesce ad assicurare la protezione dell’ambiente e delle risorse naturali, la valorizzazione del territorio e delle sue peculiarità storico-culturali, la promozione sociale degli individui come singoli e come gruppi. E che per perseguire questo obiettivo è necessario mettere insieme tutti i soggetti che a livello economico, ambientale, sociale e istituzionale hanno un ruolo nella gestione del territorio e delle sue attività».
Insomma, il marchio “Terre dell’Antica Fiera del Piave” non è un’operazione di facciata. È un’operazione che poggia su un’idea chiara e solida di sviluppo e tenta, in prima battuta, di aggregare tutti i soggetti che la possano condividere e portare avanti con azioni concrete.
Non a caso, il marchio nasce da un processo di studio e confronto di mesi. Prima con l’Università per capire l’effettiva efficacia di un’operazione del genere, anche alla luce di altre esperienze italiane ed europee, e poi con gli attori del territorio per verificare l’interesse e individuare i criteri di utilizzo da parte delle aziende e degli altri soggetti.
Un percorso partecipativo che continuerà nei prossimi mesi per coinvolgere un numero sempre più ampio di organizzazioni.
«Santa Lucia è stata finora una terra di mezzo – continua Szumski -. Cioè è una terra che veniva attraversata dai flussi turistici che non trovavano motivo di fermarsi qui. Penso, ad esempio, ai tanti turisti tedeschi che passano in bici lungo la via Claudia Augusta: attraversano il paese e se ne vanno. Da domani non dovrà più essere così perché Santa Lucia ha attrattive di grande interesse, paesaggistico, naturalistico, religioso e produttivo, e i turisti vanno convinti a fermarsi per fare qui da noi un’esperienza unica di accoglienza, ospitalità che non possono fare altrove. Le nostre eccellenze vanno comunicate ai visitatori di passaggio e a quelli che sono diretti a Venezia e in Veneto, attraendoli verso un territorio degno di essere conosciuto. Ma il marchio “Terre dell’Antica Fiera del Piave” ha una valenza ben più ampia della promozione di Santa Lucia di Piave. Il suo obiettivo è promuovere tutto il territorio dei Comuni rivieraschi del Piave, che hanno una storia, una cultura, delle tradizioni comuni in un contesto paesaggistico e naturalistico di grande incanto».
Il marchio “Terre dell’Antica Fiera del Piave” è stato ideato dall’interior designer Andrea Impiombato Andreani che lo ha messo a disposizione gratuitamente dell’Amministrazione comunale.
C’è il verde che simboleggia la natura e l’agricoltura, che caratterizzano il paesaggio di Santa Lucia e dintorni; c’è il marrone che è il colore della storia, delle tradizioni, di ciò che lega profondamente una comunità alla sua terra; e c’è l’arancio della “casa comune” che simboleggia il futuro verso cui si deve muovere la comunità, un futuro positivo di cooperazione, coesione, di costruzione di valori forti alla base di uno sviluppo sostenibile. La forma richiama invece una goccia o un cuore, elementi entrambi che rimandano alla “custodia”, di un territorio, dei suoi valori, per offrirlo intatto a chi verrà, siano i turisti stranieri o le future generazioni autoctone.
Il regolamento e la definizione dei criteri per il rilascio del marchio saranno adottati nel prossimo consiglio comunale, e il marchio depositato in Camera di Commercio.
Dopo le Festività natalizie riprenderà il lavoro di condivisione e promozione del progetto sul territorio.
L’iniziativa di Santa Lucia intende armonizzarsi con il progetto di marchio territoriale portato avanti dalla Regione Veneto e coordinarsi con altre iniziative locali volte alla promozione del territorio.
E si inserisce nelle linee tracciate dalla nuova legge regionale sul turismo che affida alle comunità locali, e ai soggetti istituzionali che le rappresentano, l’onere di organizzarsi per rendere attrattivo e promuovere il proprio territorio.
Il marchio collettivo “Terre dell’Antica Fiera del Piave” è stato presentato questa mattina alla stampa. Oltre al Sindaco e all’Assessore Bellotto erano presenti: Anna Mazzi, dottore di ricerca in Ingegneria gestionale presso l'Università degli Studi di Padova, della squadra del Prof. Antonio Scipioni, professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria Industriale dell'Università degli Studi di Padova e responsabile del Centro Studi Qualità Ambiente (CESQA) della stessa università; Andrea Impiombato Andreani, ideatore del logotipo del marchio; Aurelio Ceccon, presidente dell’Antica Fiera di Santa Lucia, e le studentesse Tamara Barazzuol, Federica Loffredo e Marta Amistani, autrici della guida turistica di Santa Lucia di Piave e, insieme al Sindaco, all’assessore Bellotto e ad Aurelio Ceccon, componenti del gruppo di lavoro per la stesura dei criteri per l'ottenimento del marchio da parte delle aziende.


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
12/12/2014 - "Un grande evento in un polo fieristico di caratura nazionale"
11/12/2014 - Fiera di Santa Lucia, riferimento dell'agricoltura da 1354 anni