Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lascia i figli Carlo, Valter e Miriam, i funerali si terranno domani alle 15.45

RIESE PIO X IN LUTTO, ADDIO AD ANGELO PORCELLATO

Joani Biasio aveva 95 anni, fondò La Caneva di Cendrole


RIESE PIO X - È morto domenica 14 dicembre nella sua abitazione di via Vivaldi a Riese Pio X, circondato dai figli e dai nipoti, Angelo Porcellato (noto come Joani Biasio). Aveva compiuto 95 anni lo scorso 13 novembre. Il nonno Biasio era molto conosciuto in paese e nella Castellana per aver portato avanti, nell’immediato dopoguerra, l’osteria (aperta dal padre) e fondato l’azienda vinicola La Caneva dei Biasio a Cendrole. Stimato anche per esser stato uno dei fondatori del gruppo del ciclismo a Riese, era rimasto vedovo da pochi mesi. Il 28 maggio era infatti morta la moglie Amelia, con la quale era sposato dal 21 gennaio 1948. Uomo sempre dedito al lavoro e alla famiglia, aveva dovuto sopportare durante la seconda guerra mondiale anche l’internamento nei campi di concentramento, dai quali era riuscito a sopravvivere. Lo piangono i figli Carlo, Valter e Miriam, che ancora oggi portano avanti l’azienda di famiglia, ma anche i nipoti, il genero, le nuore e tutti i parenti. Il rito funebre è previsto martedì, martedì 16 dicembre, alle ore 15.45 nella chiesa parrocchiale di Riese Pio X. La salma partirà poco prima dalla sua abitazione.