Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Lascia i figli Carlo, Valter e Miriam, i funerali si terranno domani alle 15.45

RIESE PIO X IN LUTTO, ADDIO AD ANGELO PORCELLATO

Joani Biasio aveva 95 anni, fond˛ La Caneva di Cendrole


RIESE PIO X - È morto domenica 14 dicembre nella sua abitazione di via Vivaldi a Riese Pio X, circondato dai figli e dai nipoti, Angelo Porcellato (noto come Joani Biasio). Aveva compiuto 95 anni lo scorso 13 novembre. Il nonno Biasio era molto conosciuto in paese e nella Castellana per aver portato avanti, nell’immediato dopoguerra, l’osteria (aperta dal padre) e fondato l’azienda vinicola La Caneva dei Biasio a Cendrole. Stimato anche per esser stato uno dei fondatori del gruppo del ciclismo a Riese, era rimasto vedovo da pochi mesi. Il 28 maggio era infatti morta la moglie Amelia, con la quale era sposato dal 21 gennaio 1948. Uomo sempre dedito al lavoro e alla famiglia, aveva dovuto sopportare durante la seconda guerra mondiale anche l’internamento nei campi di concentramento, dai quali era riuscito a sopravvivere. Lo piangono i figli Carlo, Valter e Miriam, che ancora oggi portano avanti l’azienda di famiglia, ma anche i nipoti, il genero, le nuore e tutti i parenti. Il rito funebre è previsto martedì, martedì 16 dicembre, alle ore 15.45 nella chiesa parrocchiale di Riese Pio X. La salma partirà poco prima dalla sua abitazione.