Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Massima onorificenza sportiva per la pluricampionessa mondiale di pattinaggio

MATTEO RENZI PREMIA SILVIA MARANGONI COL COLLARE D'ORO

All'evento presente anche il presidente del Coni Giovanni Malagò


ROMA - Silvia Marangoni è stata insignita della massimo onorificenza sportiva: il Collare d’oro. Il riconoscimento le è stato consegnato dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e del Coni, Giovanni Malagò alla presenza del sottosegretario Graziano Del Rio.
La motivazione della scelta sono stati i dieci titoli mondiali di cui otto consecutivi. Silvia Marangoni visibilmente emozionata ha commentato “Sono orgogliosa di essere qui. Per me è un sogno che si avvera. Questo collare è stato conferito a campioni che hanno scritto pagine straordinarie dello sport italiano. Io per onorare fino in fondo questa onorificenza cercherò di portarla in cima il mondo il prossimo anno in Colombia provando a vincere i Mondiali.
L’atleta opitergina nata e cresciuta con lo Skating Club e ora in forza al gruppo sportivo della Polizia Penitenziaria sottolinea l’orgoglio di rappresentare questi colori: “sono felice di essere qui indossando la divisa delle Fiamme Azzure, il gruppo sportivo della Polizia Penitenziaria che ho l’onore di rappresentare”.
Per Silvia il collare d’oro “ è un riconoscimento alla carriera costruita con la cultura del lavoro e del sacrificio perché il talento va allenato. E per questo devo ringraziare Samo Kokorovec se sono qui e ho inanellato una lunga serie di vittorie il merito è anche suo”.
Silvia su una cosa non ha dubbi, però, ed è la lotta al doping che dev’essere un messaggio da lanciare forte e chiaro, in particolare nei confronti dei giovani. “Quando si ha a che fare con il doping si tradisce il patto che si fa con lo sport. E parlo di qualsiasi sport. Chi si dopa non è uno sportivo. Per questo è fondamentale proteggere e tutelare l’immagine di uno sport sano e fondato sui valori positivi. La lotta al doping al doping dovrebbe essere uno degli slogan e dei messaggi che la candidatura alle Olimpiadi dovrebbe portare con sè”.
Un piccolo aneddoto sfuggito alle telecamere: “Ho donato al Premier una chiave, una dono simbolico perché credo che mai come oggi la politica ed il Governo debbano aprire le porte del futuro di questo Paese per permettere ai giovani di realizzare i loro sogni in Italia e non emigrare all’estero. Ho detto al Presidente che farò la mia parte cercando con tutte le mie forze di vincere il prossimo Mondiale”. Dal canto suo il premier mi ha ringraziato più volte dicendomi che farà il tifo con me.