Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Impedivano al convoglio di ripartire bloccando il comando di chiusura delle porte

BLOCCANO IL TRENO, CINQUE NOMADI DENUNCIATI DALLA POLFER

Devono rispondere di interruzione di pubblico servizio e minacce


TREVISO - Un gruppo di cinque giovani rom, un ragazzo di 16 anni ed una coetanea, sposata ed in dolce attesa, due 19enni ed una 18enne, sono stati tutti denunciati dalla polizia ferroviaria di Treviso per interruzione di pubblico servizio mentre i soli maschi anche per minacce ed oltraggio a pubblico ufficiale. L'episodio che ha visto protagonista il gruppetto risale a fine novembre: mentre si trovavano a bordo di un treno regionale diretto a Treviso (sulla linea Udine-Venezia) i giovani, all'altezza della stazione di Spresiano, hanno impedito al convoglio di ripartire per quasi 8 minuti, bloccando, dall'interno, il meccanismo di chiusura automatica delle porte di accesso ai vagoni. La capotreno, intervenuta per impedirgli di proseguire con quella "bravata", è stata pesantemente insultata dai rom e minacciata. "Hanno detto che l'avrebbero violentata": ha riferito il comandante della polfer di Treviso, Claudio Bortoletto. La donna ha replicato dicendo che avrebbe allertato le forze dell'ordine e così il gruppetto è stato costretto a scendere e a prendere un successivo treno, senza biglietto. Una volta giunti a Treviso i giovani sono stati segnalati e bloccati dagli agenti della polizia ferroviaria ma una volta usciti dagli uffici della polfer sono saliti a bordo di un altro convoglio diretto a Mestre: qui hanno affrontato un'altra capotreno con minacce dello stesso tenore. "Ti verremo a trovare": questa una delle frasi pronunciate. Da qui un'ulteriore denuncia per minacce a pubblico ufficiale ed oltraggio.