Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Pieve di Soligo, indagine dei carabinieri del nucleo investigativo di Treviso

LA DROGA PER LE FESTE ARRIVAVA DALL'OLANDA, DUE ARRESTATI

In cella due fratelli albanesi, sequestrato un kg e mezzo di droga


PIEVE DI SOLIGO - (NC) Tredici involucri di cocaina purissima, un kg e mezzo in tutto, nascosti in camera da letto e nel bagno: questo quanto hanno ritrovato i carabinieri del nucleo investigativo dei carabinieri di Treviso e della stazione di Pieve di Soligo perquisendo l'abitazione di due fratelli albanesi, entrambi arrestati dai carabinieri per spaccio e ora in carcere a santa Bona. Si tratta di Shkelzen e Florian Babasi, operai edili di 33 e 23 anni (foto in basso), considerati dei veri e propri grossisti della "neve" da piazzare sul mercato della sinistra Piave e non solo. Gli investigatori, coordinati dal pm Laura Reale, erano sulle loro tracce da tempo ed in particolare hanno seguito i viaggi di rifornimento svolti da uno dei due fratelli, Florian: il giovane si recava ad Amsterdam ogni due mesi per acquistare la partita di stupefacente da far arrivare nella Marca, attraverso un corriere. L'ultimo viaggio è stato fatale a lui e al fratello: la droga sequestrata dai militari era stata acquistata ad un prezzo di 25mila euro ed avrebbe fruttato loro almeno 60mila euro. Sequestrati dai carabinieri durante il blitz nell'appartamento di Pieve di Soligo anche 3mila uro in contanti. Solitamente, emerge dalle indagini, la cocaina non era tenuta in casa per più di un giorno dai fratelli: dopo la suddivisione in dosi veniva nascosta nei boschi di Miane e da qui prelevata per essere consegnata al cliente di turno. Nel video il comandante del nucleo investigativo dei carabinieri di Treviso, Nicola Darida.