Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/17: GARDAGOLF COUNTRY CLUB

Sulle colline attorno al lago si disputerà l'Open d'Italia


SOIANO DEL LAGO - È recente la notizia che l’Open d’Italia 2018 è stato assegnato a Gardagolf; andiamo ora a vedere dal vicino questo Club, la cui scelta è stata apprezzata dal gotha dirigenziale dell’European Tour.Di progetto squisitamente inglese (Cotton,...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Corteo di 23 esercenti e residenti, summit con sindaco e giunta

COMMERCIANTI DI BORGO CAVOUR, PROTESTA RIENTRATA

In programma due incontri su rifiuti e riqualificazione di piazza Duomo


TREVISO - Sciopero delle vetrine rientrato. L'incontro con l'amministrazione ha riportato, almeno per il momento, la pace con i commercianti di Borgo Cavour, via Canova e piazza Duomo: in 23, esercenti ma anche alcuni residenti, hanno dato vita ad un piccolo corteo, fino a raggiungere palazzo Rinaldi, dove sono stati ricevuto dal sindaco e della giunta pressocché al completo. I “manifestanti” hanno posto il problema della pedonalizzazione, ribadendo la contrarietà soprattutto all'eliminazione dei parcheggi in piazza Duomo, ed
hanno protestato per la raccolta rifiuti, giudicata poco efficiente ed onerosa. All'interno del gruppo stesso, tuttavia, vari componenti hanno sollevato istanze diverse, dalla sicurezza all'illuminazione pubblica. Dopo aver ribadito le difficoltà dovute all'aver ereditato una città gravata “di scelte non lungimiranti e sprechi”, il sindaco Giovanni Manildo ha rimarcato la doppia strategia dell'amministrazione: nel lungo periodo favorire il ripopolamento del centro, mentre nell'immediato incrementare le presenze, con iniziative ed eventi o con rassegne come le mostre di Goldin. Di fronte ad alcuni negozianti che lamentavano come la gente, pur numerosa nei weekend, fa pochi acquisti, però, anche il primo cittadino ha dovuto ammettere l'impotenza del Comune.
Il summit comunque ha prodotto l'impegno di Ca' Sugana ad un duplice confronto: uno, insieme anche ai vertici di Contarina, per cercare soluzioni al problema rifiuti, l'altro sulla riqualificazione del centro storico, per meglio illustrare i programmi dell'amministrazione e evitare il diffondersi di paure infondate “basate sul verosimile e non sul vero”.
Sulla scia di questo primo risultato, dunque, gli esercenti hanno deciso di rinunciare alle protesta annunciata con le saracinesche tenute abbassate, in segno di protesta.