Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/246: DAL 2019 IN VIGORE LE NUOVE REGOLE DI GIOCO

Le norme ridotte a 24: ecco le principali novità


TREVISO - Erano trentaquattro le Regole del Golf; erano tante, e soprattutto abbastanza complicate da ricordare, per il neofita che le doveva capire, memorizzare, e poi correttamente applicare.Dal 1° gennaio 2019 sarà in uso una versione rivisitata, principalmente finalizzata ad una...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Conegliano, plaude il sindaco Zambon: "E' un progetto di civiltà che ci fa onore"

DALLA MARCA TORNANO IN SENEGAL: PRONTE 600 CASE

Abitazioni realizzate con i risparmi del loro lavoro nel nostro Paese


CONEGLIANO - Dal Veneto dove hanno lavorato per anni, tornano in Senegal, dove hanno edificato le loro case grazie ai guadagni del lavoro svolto nel trevigiano e al supporto delle stesse aziende. Sono un gruppo di immigrati senegalesi che finita l''avventura' in Italia rientrano in patria, grazie al progetto avviato tra il Comune di Conegliano e la cittadina africana di Bignona. Qui sta sorgendo il quartiere 'Veneto', composto da 600 abitazioni, un centinaio già pronte: il loro costo medio è di 20mila euro e saranno realizzate grazie ai risparmi accumulati dai lavoratori africani. "Qui tutto è successo prima che altrove - spiega il sindaco di Conegliano, Floriano Zambon - ed è per questo che siamo laboratorio di nuovi scenari. Conegliano è una città aperta, alle persone, agli investimenti. Essere capofila di questo che chiamo un progetto di civiltà fa onore e ci rende coerenti con la nostra storia, che in questo territorio ha visto predominare l'armonia e la pace sociale rispetto alle spinte di rottura". "Se non fosse per la burocrazia statale il progetto per la realizzazione di oltre 600 alloggi sarebbe già alla fase avanzata - spiega il sindaco di Bignona, Mamadou Iamine Keita, già ministro senegalese del lavoro - come amministrazione locale abbiamo favorito la nascita di una cooperativa che si occuperà dei lavori, abbiamo messo a disposizione il terreno e approvato il progetto. E' stata anche posta la prima pietra. Con questo progetto, che siamo certi avrà sviluppi importanti nelle prossime settimane, è il coronamento di un sogno per tanti senegalesi che dopo tanti anni in Italia hanno finalmente una opportunità concreta di tornare a casa con una prospettiva interessante di vita". All'incontro erano presenti anche l'assessore ai servizi sociali Enzo Perin, assessore ai sociali del comune di Conegliano, Massamba Thiam e diversi esponenti della Comunità senegalese.