Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

NovitÓ di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Hanno viaggiato nascosti nel cassone, ora sono ospiti in due comunitÓ della Marca

IN FUGA DALLA GUERRA, SETTE GIOVANI AFGHANI ARRIVANO A PORTOBUFFOL╚

Nascosti in un camion di legname, soccorsi da operai e carabinieri


PORTOBUFFOLE' - Dall'Afghanistan all'Italia, passando per i Balcani. Una vera e propria Odissea quella di sette giovani afghani, tutti tra i 16 e 18 anni, la cui fuga dalla fame e dalla guerra si è conclusa nella Marca ed in particolare nella zona industriale di Portobuffolè, nel tardo pomeriggio di martedì. Il gruppetto, composto da sei minorenni ed un maggiorenne, è sceso da un camion di un'azienda bulgara che stava trasportando un carico di bancali in legno. L'autotrasportatore, di nazionalità ungherese, era del tutto inconsapevole della presenza a bordo del suo mezzo dei giovani, saliti probabilmente durante una sosta in Croazia. Il camionista, interpellato dai carabinieri, ha spiegato di essere partito dalla Bulgaria per poi proseguire il viaggio verso Slovenia, Croazia e quindi Italia. Gli afghani avrebbero in precedenza raggiunto e risalito i Balcani sempre servendosi di altri autotrasportatori “inconsapevoli”: un viaggio che, si stima, possa essere durato diverse settimane. Ad avvertire i carabinieri della presenza dei giovanissimi in zona industriale sono stati alcuni operai delle imprese: i militari hanno provveduto a trasportare gli stranieri presso la caserma di Conegliano e a rifocillarli. Attualmente i giovani, già visitati da personale medico, sono ospitati da due comunità di accoglienza, nel coneglianese e nel trevigiano. Del caso è stata informata la Procura di Treviso e l'ufficio immigrazione della Questura di Treviso che ora provvederà ad avviare le pratiche per la loro regolarizzazione.