Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'assessore Franchin: "Combinate qualitÓ ed esigenza di contenere i costi"

CAPODANNO PIROTECNICO: TORNANO I FUOCHI DALLA TORRE

Musica spettacoli con musica in tre piazze per salutare il 2015


TREVISO - Allo scoccare della mezzanotte, si alzeranno dalla sommità della torre civica per celebrare il nuovo anno. E sotto, sulla piazza – si augurano gli organizzatori – migliaia di cittadini ad ammirarli. I fuochi d'artificio tornano a rappresentare il clou della festa di Capodanno, in piazza a Treviso. L'anno scorso lo spettacolo pirotecnico era stato sostituito da giochi di fontane d'acqua, essenzialmente per una ragione di costi. Stavolta, spiega l'assessore alla Cultura, Luciano Franchin, si è riusciti a combinare la volontà di garantire l'ormai tradizionale show di San Silvestro con le esigenza di non gravare troppo sulle casse comunali.
Nel complesso, Ca' Sugana investirà 30mila euro (più Iva) per il Capodanno, di cui circa 5mila per i fuochi artificiali. “Quasi metà dell'importo preventivato negli anni scorsi – spiega l'esponente della giunta -, grazie anche ad alcuni sponsor portati dagli organizzatori”.
Ritorno alla tradizione anche in questo senso: dopo la selezione avvenuta con un apposito bando, infatti, a curare la serata sarà Radio Company, che già si è occupata di tutte le feste dal 1999, tranne lo scorso Capodanno, quando la gestione fu affidata a Radio Birikina. L'emittente padovana, che organizza anche i Capodanno di Padova, Chioggia, Trieste e San Vendemiano, ha presentato l'offerta giudicata migliore, per rapporto qualità-prezzo, tra le cinque partecipanti.
Dalle 22 fino alle 2 della notte successiva, festa in piazza, dunque. O meglio nelle piazze. Saranno tre i luoghi coinvolti: in piazza Aldo Moro e piazza dei Signori, spettacolo dal vivo dei “Samba & Glitter Disco”, con musica anni '70 – '80 e animazione dei deejay di Radio Company e Radio 80; in piazza San Vito brani anni 60-70 con la “60% Band”; in piazza Borsa, spazio al ballo liscio e moderno con l'orchestra “Checco & Bband”.
Oltre al tradizionale conto alla rovescia, le coreografia pirotecniche saranno accompagnate da un sottofondo musicale studiato appositamente. Venerdì è in programma il vertice in Questura per mettera a punto i dettagli sulla sicurezza, legati soprattutto ai problemi strutturali della torre: a “sparare” i fuochi sarà, peraltro, la società specializzata che se ne occupava negli anni scorsi, del gruppo Parente Fireworks, nel guinness dei primati per lo spettacolo pirotecnico di maggior ampiezza (dieci chilometri di apertura), realizzato a Dubai.
Meteo permettendo, iI promotori contano di bissare l'affluenza degli anni d'oro, con 20-30mila persone: “Quando abbiamo cominciato, la festa in piazza era sono una delle tante opzioni – spiega Michele Ruffato, responsabile della società organizzatrice -. Ora, con il calo dei veglioni privati per la crisi, sempre più persone passano San Silvestro in casa per poi uscire in piazza a festeggiare”.