Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Calvagna: "Ma siamo ancora in una fase di stabilitą in negativo"

PIŁ ASSUNZIONI NELLA MARCA NEL 2014, MA TUTTE PRECARIE

Lo studio Cisl: lieve frenata della disoccupazione e redditi un po' pił alti


TREVISO - Aumentano le assunzioni, nella Marca, nel 2014, producendo una lieve frenata della disoccupazione e un incremento dei redditi di fascia intermedia. Effetti che però rischiano di essere di breve durata, poiché la stragrande maggioranza dei nuovi contratti sono a tempo determinato. A fare il punto sulla situazione del mercato del lavoro provinciale, ormai a fine anno, è la consueta analisi della Cisl Treviso Belluno.
Secondo il rapporto, fino a novembre si sono registrati oltre 23mila nuovi rappporti di lavoro: duemila in più dello stesso periodo dell'anno precedente. Più della metà di queste assunzioni, però, è a termine ed un altro 30% è in somministrazione (gli ex interinali), mentre il tempo indeterminato cala dal 15,4 al 13%.
Proprio la maggior disponibilità di lavoro, pur precario- spiega Alfio Calvagna, della segreteria confederale Cisl Treviso Belluno, potrebbe tradursi in una leggera attenuazione della disoccupazione: i senza impiego sono 91.160, contro gli oltre 92mila di fine 2013. Il tasso di disoccupazione resta comunque al di sopra dell'8%, colpendo soprattutto la fascia tra i 30 e i 54 anni. Discorso simile per i redditi: l'analisi dei 730 elaborati dal Caf Cisl mostra una riduzione di chi dichiara tra 7.500 e 17.500 euro all'anno a fronte di un incremento della fascia fino a 30mila. Cresce, però, anche il numero chi guadagna meno di 7.500 euro.
Soprattutto i dati confermano la tendenza degli ultimi anni, tanto che Calvagna parla di “stabilità in negativo”. Per invertire l'andamento, la Cisl trevigiana lancia un appello al mondo sindacale, ma anche agli imprenditori, accusati di trasferire gli introiti in finanza, anziché reinvestirli in sviluppo delle aziende. “Abbiamo inviato una lettera a tutte le associazioni di categoria per rilanciare il patto sullo sviluppo del 2011 – nota Calvagna -. Ci hanno risposto tutte, tranne Unindustria”.