Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Venerdì al Teatro del Pane il reading con Alessandro Culiani al violoncello

LUCIA MASCINO A TREVISO CON UN OMAGGIO A GIACOMO LEOPARDI

Sabato Gli innamorati" di Goldoni, domenica il Blues della RG Band


(ag) "Ho conosciuto Leopardi studiando L'infinito, Il sabato del villaggio, Il passero solitario. Ma è leggendo le lettere che ho scoperto da dove arrivasse tutta quella passione per la vita, per la scrittura, la curiosità del mondo, il bisogno di fuggire da Recanati e il peregrinare in un'Italia in fermento, eppure incapace di accoglierne fino in fondo il suo genio.
L'insieme delle lettere che ha scritto nel corso di tutta la sua vita sono la sua opera mancata”
Così Lucia Mascino spiega l'origine del reading musicale “Forse, s'io avessi l'ale, più felice sarei” che approda venerdì 19 dicembre al Teatro del Pane di Villorba. L'attrice teatrale, nota al grande pubblico soprattutto per il ruolo di protagonista nella serie web/tv "Una mamma imperfetta", porta ora a teatro un chiaro omaggio al “Canto notturno di un pastore errante dell'Asia” di Giacomo Leopardi, ma non solo. Come ben emerge dalle parole dell'attrice, lo spettacolo è il racconto di un amore fulminante, che esplode nel leggere le lettere del Vate di Recanati. Ad accompagnarla, il maestro Alessandro Culiani, già primo violoncello per numerose orchestre filarmoniche in Italia.

Il weekend del Teatro del Pane proseguirà sabato 18 con lo spettacolo goldoniano “Gli Innamorati”, della Compagnia Teatro Bresci, per la regia di Giorgio Sangati. Un capolavoro assoluto che attraverso il sentimento più forte e sconvolgente fa emergere le fragilità e difficoltà dell'essere umano, amplificandole all'intera società. Dietro un’apparente e divertentissima trama di corteggiamento, ecco rivelarsi la riproduzione schietta e cinica di un’intera società, soprattutto nella sua componente più giovane. Perché non ci sono genitori negli Innamorati: i corteggiatori hanno perso la bussola e si dibattono come insetti notturni intorno a una lampada alla ricerca di un’identità che li illumini, li contenga e li guidi.

Doppio appuntamento domenica 21: la mattina con la Colazione a Teatro per i bambini e le loro famiglie, abbinato allo spettacolo di teatro ragazzi “Giufà e altre storie”, e la sera con il concerto blues della RG Band guidata da Riccardo Grosso.