Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

La protesta contro l'apertura di uno sportello del sindacato a Tunisi

BLITZ DEL VENETO FRONTE SKINHEAD CONTRO LE SEDI DELLA CGIL

Striscioni esposti dagli attivisti nella sede di Treviso e Oderzo


TREVISO - Doppio blitz, all'esterno delle sedi della Cgil di Treviso e Oderzo, del Veneto Fronte Skinheads: esposti dai manifestanti nella notte alcuni striscioni che riportavano la scritta "Contro gli italiani lavoratori italiani".
Queste la nota di rivendicazione arrivata alla nostra redazione. L'Associazione Culturale Veneto Fronte Skinheads, a valle della recente manifestazione nazionale, vuole esternare le proprie lodi verso iniziative sindacali, ignote ai più, come l'apertura di uno sportello di orientamento e di informazione a Tunisi per i lavoratori del Nord Africa che vogliono venire in Italia per trovare un’occupazione, avvenuta l'anno scorso. Finalmente il "sindacato rosso" per antonomasia getta la maschera mostrando la sua vera natura, quella di traditore del popolo e dei lavoratori italiani! Da anni sosteniamo che l'immigrazione sia voluta, pianificata a tavolino e coadiuvata da tutta una serie di figure e settori del mondo politico, imprenditoriale e assistenziale per veri e propri interessi economici: chi cerca manodopera a basso costo abbattendo così il potere contrattuale dei lavoratori italiani; chi cerca nuovi militanti politici, avendo ormai tradito e disilluso la fiducia del proprio elettorato, anche quello più fidelizzato; chi, come i sindacati, per mantenere i propri agi, prebende e vitalizi non certo proletari è in cerca di nuovi tesserati. Questi loschi figuri sfruttano, ammantati di filantropica carità, le masse di immigrati, convincendoli a lasciare le loro terre in nome di "un futuro migliore". Futuro che invece è decisamente pessimo per gli italiani che si vedono accollare così i costi di questa immigrazione selvaggia e scellerata, pagandone le conseguenze in termini di scontro sociale, di violenze e soprusi da parte degli immigrati, per arrivare a perdere infine il lavoro. Il tutto a vantaggio di queste masse di disperati, disposti a lavorare a ritmi più serrati e per salari ben più bassi (leggasi da "minimo salariale"). I sindacati, con la C.G.I.L. in testa, sono per antonomasia i traditori del popolo italiano, nonché i corresponsabili di questa decrescita dai connotati di una caduta libera nel baratro della miseria e del collasso di uno stato che anche loro hanno ben contribuito a disintegrare. Contro i traditori d'Italia e degli italiani, da sempre e per sempre!