Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Due eccezioni della difesa potrebbero bloccare il processo al patron della Nes

EVASIONE FISCALE, COMPIANO: "PERCH╚ PUNIRMI DUE VOLTE?"

L'accusa: mancato Iva non versata per un importo di 14 milioni di euro



TREVISO
- (gp) Perchè devo essere punito due volte per lo stesso reato, in sede amministrativa e i sede penale? Ma soprattutto, perchè non posso patteggiare la pena se non restituisco il “maltolto” quando per un rapinatore è previsto? Sono le due eccezioni che Luigi Compiano, difeso dall'avvocato Pietro Barolo, presenterà nel corso del processo che lo vede imputato per un'evasione fiscale che sfiora i 14 milioni di euro e che, se le eccezioni venissero accolte, potrebbe addirittura puntare alla prescrizione.

Acquisiti gli atti che testimonierebbero il mancato versamento dell'Iva tra il 2011 e il 2013 (12,8 milioni di euro per quanto riguarda la Nes, quasi 1,2 milioni per la Vigilanza Compiano), il giudice ha rinviato l'udienza a fine marzo giorno in cui il legale presenterà le due eccezioni, una a livello tecnico-giuridico e l'altra a livello costituzionale. Se il giudice le dovesse accogliere entrambe, si dovrà attendere il parere della Corte Costituzionale con il conseguente prolungamento (a data da destinarsi) del procedimento penale in atto.

L'unica nota positiva, a favore degli inquirenti, è che il giudice Michele Vitale ha già deciso in merito alla querelle tra la Procura di Treviso e il commissario straordinario Sante Casonato. Sul piatto infatti c'erano le circa 200 auto sequestrate per equivalente a Compiano, proprio per coprire il buco con l'erario. Il pm Massimo De Bortoli, titolare delle indagini, ne aveva chiesto la confisca per permettere allo Stato di incassare almeno parte delle imposte non versate mentre il commissario straordinario Sante Casonato ne chiedeva il dissequestro e la restituzione per poterle mettere all'asta in modo da ripianare il buco di 104 milioni di euro dell'inchiesta principale. Il giudice ha dato, almeno su questo punto, ragione all'accusa.