Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Da quelli "de Pria" e della Gobba a quelli ormai inglobati nelle strade

TREVISO, CITTÀ D'ACQUA E DI PONTI NEL CALENDARIO DELL'ICONOGRAFICA

Presentato l'almanacco 2015 con immagini da vecchie cartoline


TREVISO - Sono i ponti di Treviso i protagonisti del calendario 2015 della Società Iconografica Trivigiana. Da ormai 14 anni, la benemerita associazione pubblica un lunario dedicato a vari aspetti della città e divenuto ormai un oggetto di culto tra gli appassionati di storia locale: le immagini, tratte da cartoline d'epoca, e le puntuali spiegazioni abbinate sono così l'occasione non solo per recuperare la memoria di luoghi e manufatti, ma anche per scoprire l'evoluzione cittadina.
Ad illustrare lo scorrere dei mesi del ormai imminente nuovo anno, sono dunque i collegamenti sui corsi d'acqua. “Treviso è di per sé un'isola, circondata su tutti i lati da Sile, Botteniga e dalla Fossa esterna – spiega Francesco Turchetto, presidente dell'Iconografica -. E ancor più, all'interno delle Mura, le ramificazioni dei Cagnani danno luogo a un tessuto di canali e isolotti unite da ponti”.  Ecco allora quelli più noti e tutt'oggi riconoscibili, come ponte de Pria, Dante, de la Goba, ma pure quelli nei decenni inglobati nelle costruzioni, divenendo di fatto semplici tratti di strade o vicoli.
Ma il tema dell'almanacco 2015, tuttavia, è stato scelto anche per il suo valore simbolico di stretta attualità, come ricorda ancora Turchetto: “Tutti dovremmo essere ponti tra le persone e le comunità di buona volontà. Oggi è tempo di costruire ponti, non più muri”. Il calendario, stampato come sempre dalla Tipografia Sile, che tra l'altro festeggia i 50 anni di attività, sarà distribuito a tutti gli iscritti della Società Iconografica.