Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, il consigliere comunale ammette: "Il momento è molto duro per tutti"

"UN FONDO PER CHI VUOLE RINUNCIARE A PARTE DELLO STIPENDIO"

Michela Nieri (Pd) sulla proposta di tagli di Maristella Caldato


TREVISO - “Venga istituito un fondo comunale ad hoc che raccolga i contributi volontari degli amministratori che vogliono liberamente rinunciare a parte del proprio compenso” lo ha detto Michela Nieri, consigliere comunale del PD di Treviso, avanzando così una proposta alternativa all’ordine del giorno della collega Caldato relativo alla riduzione del 20% dei compensi degli amministratori. “L’ordine del giorno della Caldato ha aperto la possibilità a un confronto costruttivo sulla questione dei compensi e sul ruolo che possono rappresentare anche personalmente gli amministratori all’interno della situazione economica del Comune – ha spiegato la consigliere Nieri -.
Il momento è molto duro per tutti, cittadini ed enti locali, è anche vero che gli stipendi degli amministratori di Treviso non sono assolutamente alti rispetto ad altre realtà e all’impegno profuso. Non si può obbligare nessuno a versare parte del proprio reddito per solidarietà. Si può invece invitare a fare uno sforzo e a destinare, ognuno in base ai propri guadagni e alle proprie necessità, parte delle entrate a un fondo ad hoc, magari da destinare alle persone in difficoltà”. “Ogni persona ha situazioni e necessità economiche diverse. La solidarietà è un concetto e un sentimento personale che può e deve essere esercitato liberamente.
Per questo - ha sottolineato la Nieri - penso sarebbe giusto istituire un fondo ad hoc, ove ogni componente della giunta e del Consiglio possa versare quanto ritenga opportuno”. “Caldato ha presentato un ordine del giorno in base alla sua visione, non ritengo che lo stesso sia sbagliato di principio, ma penso che ci si possa confrontare anche su altri punti di vista – ha aggiunto la Nieri -. Penso che Manildo comunque abbia già tagliato, come promesso, parte delle spese nominando un assessore in meno rispetto alle precedenti amministrazioni. Ritengo – ha concluso la Nieri - che quelle della lega siano, come al solito, strumentalizzazioni politiche che lasciano il tempo che trovano”.