Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/204: TERZO "RITORNO" PER TIGER WOODS

Al Genesis Open non passa il taglio, vince Bubba Watson


TREVISO - È il terzo riscontro alla ripresa di Tiger Woods, forse il decisivo, dopo la lunga assenza seguita ai due interventi chirurgici. Il Genesis Open, torneo del PGA Tour, si disputa sul percorso del Riviera CC, a Pacific Palisades in California. Lo ha combattuto undici volte senza mai...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/203: GARY WOODLAND È IL RE DEL PHOENIX OPEN

Vittoria allo spareggio, tra invasioni di campo e commoventi dediche


SCOTTSDALE (ARIZONA - USA) - dall’1 al 4 febbraio. È sul percorso del TPC, la sfida Waste Management Phoenix, l’Open supportato dalla Gestione dei Rifiuti, che, strano a dirsi, nell'economia dell'Arizona vale 389 milioni di dollari. Il montepremi è di 6.900.000 dollari,...continua

Cronaca
PILLOLE DI GOLF/202: AL FARMERS INSURANCE È IL GIORNO DI JASON DAY

Nel torneo al Torrey Pines si rivede anche il vero Tiger Woods


In California, nei due percorsi del Golf Torrey Pines, entrambi Par 72, si è giocato dal 25 al 28 gennaio, l’Open sostenuto dalla potente “Assicurazione Agricoltori” americana, con montepremi di 6.900.000 dollari, 1.200.000 dei quali, destinati al vincitore. Il Torrey...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio alla fermata di Santi Quaranta venerdì sera

CHIEDE IL BIGLIETTO DELL'AUTOBUS E GLI SPUTANO IN FACCIA

Ennesimo autista della Mom aggredito da un giovane straniero


TREVISO - Gli ha chiesto di mostrare il biglietto e, per tutta risposta, si è beccato uno sputo in faccia e una sequela di insulti. Pare non esserci più pace per gli autisti della Mom, la società unica dal trasporto pubblico locale, sempre più spesso vittime delle intemperanze dei passeggeri, per lo più giovanissimi. L'ultimo episodio è avvenuto venerdì sera, su un autubus del servizio urbano di Treviso: intorno alle 19.30 alla fermata di porta Santi Quaranta, sul mezzo è salito un ragazzo di origini straniere. Avvedendosi che il giovane non aveva timbrato, l'autista gli ha chiesto di esibire il ticket o la tessera dell'abbonamento, ma l'altro ha iniziato a dare in escandescenze: ha cominciato ad inveire contro l'addetto e gli ha sputato addosso. L'immigrato si è avvicinato ancora più minacciosamente all'autista, quasi a volerlo colpire, poi all'improvviso si è girato, è saltato giù dal bus e si è dileguato in direzione delle Mura. Per non lasciare il veicolo incustodito, il malcapitato guidatore ha rinunciato ad inseguirlo, ma ha preso il telefono e denunciato l'accaduto ai carabinieri.
Si tratta ormai della quarta aggressione subita dai dipendenti della Mom negli ultimi mesi, all'interno degli autobus o nei pressi della fermata, compreso il fatto più eclatante, lo scorso 15 novembre quando un autista ha rischiato di essere linciato da un branco di bulli. Senza contare le zuffe scoppiate tra gruppi di ragazzini nella zona della stazione delle corriere, diventata uno dei punti caldi della sicurezza cittadina. Anche per tutelare i suoi lavoratori, Mom ha installato alcune telecamere e finanzia un servizio di vigilanza privata nelle ore di maggior afflusso, mentre presto sui bus dovrebbero salire anche componenti dell'associazione ex Carabinieri per cercare di scoraggiare atti simili.