Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Per la De Longhi difesa e un super Powell: 23 punti e 18 rimbalzi

TVB RIASSAPORA LA VITTORIA: FERRARA STESA 67-55

Decisivo il parziale del 3° quarto: massimo vantaggio a più 24


DE LONGHI TREVISO - MOBYT FERRARA 67-55
( 19-13 ; 33-27 ; 55-33 )

TREVISO:
Williams 18 (6/7, 2/7), Pinton (0/2, 0/1), Malbasa ne, Fabi 7 (2/6, 1/3), Busetto ne, Cefarelli, Fantinelli 2, Powell 23 (7/13, 2/3), Rinaldi 12 (6/12, 0/2), Negri 5 (1/2), Vedovato. All: Pillastrini
FERRARA:
Huff (0/2, 0/2), Bottioni, Castelli 4 (2/3, 0/2), Amici 11 (4/7, 1/6), Ferri 6 (0/3, 2/3), Casadei 6 (3/5, 0/3), Benfatto 9 (4/10), Pipitone 2 (1/3), Verrigni ne, Proner ne, Ghirelli ne, Hasbrouck 17 (5/10, 2/11). All: Martelossi
ARBITRI:
Enrico Bartoli, Riccardo Bianchini e Giacomo Dori
NOTE:
Spettatori 4.104; Tiri da due: Treviso 22/42 , Ferrara 19/43; Tiri da tre: Treviso 5/16 , Ferrara 5/27; Tiri liberi: Treviso 8/16 , Ferrara 2/13; Rimbalzi: Treviso 13+25 (Powell 6+12), Ferrara 16+21 (Benfatto 4+4); Assist: Treviso 15 (Fantinelli 5), Ferrara 13 (Casadei 5); Palle perse: Treviso 12 (Fantinelli e Rinaldi 3), Ferrara 15 (Benfatto 5); Palle recuperate: Treviso 8 (Fabi e Negri 2), Ferrara 7 (Amici 3); Usciti per 5 falli: nessuno.

Treviso torna alla vittoria, dopo due sconfitte consecutive. E lo fa contro un'avversaria di rango, anche se attardata in classifica come Ferrara: una vittoria convincente, anche oltre il 67-55 finale. Decisivo il parziale del terzo quarto, propiziato innanzitutto dalla difesa, con la Mobyt tenuta a soli 2 punti per quasi 7 minuti (contro 19 subiti), fino al massimo vantaggio di 24 lunghezze. La squadra di Martellossi chiuderà con pessime percentuali: 34% da 2, 19% da tre, addirittura 15% ai liberi (2-13). L'altra chiave del successo, il duo Usa in biancoblu: Williams, autore di 18 punti, e soprattutto uno stellare Powell in doppia doppia: 23 punti, con 2-3 nelle triple, e 18 rimbalzi. E pensare cosa avrebbe potuto fare il centro della Virginia se non fosse stato limitato da 2 falli precoci, che l'hanno confinato il panca per buona parte del secondo periodo.
Vince anche Ravenna, dopo essere stata sotto per lunghi tratti, contro Imola: continua la coabitazione in vetta.


La cronaca

1° quarto
Per una delle sfide di cartello della giornata, Plaverde ancor auna volta gremito da oltre 4mila spettatori. Dopo il primo canestro siglato da Williams per Treviso, singolare iniziativa benefica: dagli spalti lancio di decine di peluche, che saranno poi donati ai piccoli pazienti del reparto di Pediatria del Ca' Foncello.
Treviso va sul 6-0 con recupero e sottomano in contropiede di Fantinelli. Ferrara potrebbe sbloccare il tabellino, ma Castelli sbaglia entrmbe i liberi. Powell allo scadere dei 24 secondi, quando ormai la palla sembrava persa, sigla l'8-0 dopo 2' 40''. Unico problema per la De Longhi i falli già commessi, che potrebbero rappresentare un handicap in una partita che si annuncia molto fisica: Powell, già gravato di due penalità, deva accomodarsi anzitempo in panchina, dopo averraccolto 6 rimbalzi, 4 sotto le plance avversarie. A segnare il primo canestro per gli ospiti, dopo oltre 3 minuti di gioco, è Amici. Treviso allunga il vantaggio sull'11-2. L'attacco ferrarese è tutto sulel spalle di Amici: suoi i primi 4 punti, in oltre 6 minuti, della squadra di Martellossi. Si sveglia anche Hasbrouck: cinque punti in rapida successione per l'ex Nba. Risponde uno scatenato Williams: 11 punti per lui, con due bombe. La gara si infiamma, una rubata con successivo canestro riporta Ferrara a meno 5: medie non eccezionali per gli estensi (26% dal campo), ma parecchi rimbalzi in attacco. Nel finale coach Pillastrini, cambia l'assetto, abbassando il quintetto con Negri. Proprio il neoentrato subisceun fallo a - 2 secondi dalla sirena: uno su due per il 19-13 al primo mini intervallo.

2° quarto
Ancora Williams a riportare Tvb a più 8, dopo per un accenno di tensione per fallo duro di Pipitone su Rinaldi. Ferrara resta attaccata, grazie all'arresto e tiro di Hasbrouck: 21-15.
Rientra Powell: rimbalzo d'attacco e canestro, 23-15 a 7' 15, ma a tenere a contatto gli ospiti sono due canestri di Casadei, tra cui un'incredibile "preghiera" no lock, per il minimo divario: meno 4. Tanto che coach Pillastrini decide di chiamare time out.
Il taglia fuori di Treviso non è efficace, ancora molte carambole offensive concesse: sul tiro della Mobyt, la palla rimbalza a terra, il più lesto è ancora Casadei, che segna con il fallo (sbagliando l'aggiuntivo). La conclusione di Negri dalla media porta la De Longhi sul 29-22, poi è Rinaldi a siglare il 31-24. Si fa vedere anche Fabi per il più 9: 33-24 a poco più di un minuto dalla pausa lunga.
Il ritmo è sceso, predomina l'atletismo, con qualche errore su entrambe i fronti. Ferrara ha mani fredde: appena 1-4 da tre, con una delle sue punte, Huff a 0-4 dal campo.  Hasbrouck segna in entrata il suo decimo punto personale, per il 33-27 che chiude la prima metà gara.

3° quarto
Il terzo parziale si apre con il lob di Rinaldi per la schiacciata di Powell, in doppia cifra (11 punti): 35-27. Treviso parte forte, con l'altro assit di Fabi per l'appoggio di Rinaldi che subisce pure il fallo. Errore dalla lunetta, ma c'è il più 10: 37-27. Pr Ferra il maggior pericolo è Hasboruck (unico in doppia cifra dei suoi), ma la bomba di Fabi a 6' 35'' da giocare, al il più 11. Estensi molto impreci dalla lunetta: anche Hasbrouck fa 0-2, per un 2-11 totale. Treviso, al contrario, è caldissima: segna dall'arco anche Powell: 43-29. Sull'altro lato del campo il tuffo di Fantinelli, che per poco non frutta un reucpero, è il simbolo della crescente intensità difensiva dei biancoblu. La stoppata di Powell, accende la conclusione di Williams: la De Longhi tenta il break, più 18 a 4' 10'', con un parziale di 14-2. "Powell bomb" recita uno striscione, il centro Usa lo conferma: stoppata su Hasboruck, canestro del più 20, doppiata dalla successiva bomba in transizione per il 52-29. Mobyt frastornata: Williams non vuole essere da meno del connazionale e piazza la tripla del massimo vantaggio (55-31). Ci si appreta all'ultimo cambio di campo sul 55-33.

4° quarto
Chi consaiderava la partita già in ghiaccio, deve ricredersi. Ferrara non ha alcuna intenzione di arrendersi: il presing a tuto campo oridnato da Martellossi mette in crisi la manovra offensiva di Tvb, Hasbrouck (due triple), Casadei e Ferri confezionano il controbreak di 12-2, per il 57-45 dopo poco più di 2 minuti di gioco. A riportare in linea di gallegiamento Treviso ci pensa Rinaldi, con due canestri: 61-45.
Ferri la mette dall'arco: 61-50, a 3' 42'': non è ancora finita. Lo conferma Amici, che con 2'25'' sul cronometro, infila il meno 9. Due liebri di Fantinelli fanno respirare la De Longhi a 1'05'' dalla fine, ma Amici non demorde: ancora da tre. Finale ben più vibrante di quanto si sarebbe potuto prevedere.
Amici sbaglia i liberi, non entra neppure la bomba di Williams, ma ormai non c'è più tempo. Finisce 67-55 con i giocatori trevigiani a festeggiare sotto la curva.

Le altre partite:
Bakery Piacenza - Viola Reggio Calabria 83-88, Paffoni Omegna - Givova Scafati 83-75, Benacquista Latina – Industrialesud Roseto 83-73, Basket Recanati - Bawer Matera 102-70, Europromotion Legnano - Orsi Tortona 67-82, Acmar Ravenna - Andrea Costa Imola 75-67, Proger Chieti – Remer Treviglio 85-90.

La classifica
:
Ravenna, Treviso 20; Viola R. Calabria, Treviglio 18; Tortona, Recanati 16; Chieti, Omegna, Imola, Legnano, Ferrara 12; Scafati 10; Roseto, Matera, Latina 8; Piacenza 6.

Galleria fotograficaGalleria fotografica