Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Riceveranno 16mila euro di contributi e servizi di consulenza

DAI LAMPADARI ALL'ENOGASTRONOMIA, NUOVE IMPRESE NASCONO A TREVISO

Presentati i quattro vincitori del bando indetto dal Comune


TREVISO - A Treviso grazie a Comune e associazioni di categoria (Ascom, Coldiretti, Confartigianato, Casartigiani-Artigianato Trevigiano, Cna e Confesercenti) apriranno i battenti quattro nuove imprese innovative. E’ questo il risultato del Bando Start-Up 2014 indetto dall’assessorato alle Attività produttive per favorire il rilancio del centro e del tessuto economico cittadino. La Commissione di valutazione ha dato il via libera al finanziamento di quattro progetti che riceveranno 16mila euro di contributi, con un tetto massimo di 4 mila euro da parte del Comune e di altri 6 mila da parte di Veneto Banca, tramite finanziamento chirografo a tasso agevolato. “Le domande sono state valutate in base ad alcuni criteri coerenti con le politiche già attivate nei mesi scorsi dall'amministrazione comunale, in modo particolare il rilancio e la rivitalizzazione del centro storico, lo sviluppo dei prodotti tipici e del Made in Italy, la valorizzazione di attività artigianali, l'adozione di pratiche coerenti con le politiche ambientali e la promozione di nuove forme di accoglienza turistica, spiega l’assessore Paolo Camolei.
Con 80 punti su 100 il primo classificato è risultato il progetto di “Giopato & Coombes Sas”, impresa innovativa nel settore del design e in modo particolare nelle produzione di lampadari che aprirà i battenti in strada comunale delle Corti n, 63, una laterale di Viale della Repubblica. Cristiano Pasqual si è aggiudicato, con il suo progetto di vendita nel settore dell’abbigliamento e l’apertura di un kinder place in Rivale Castelvecchio 7, il secondo posto (65 punti su 100). Sempre in centro storico, questa volta in via delle Absidi n.14, con il progetto di Riccardo Feltrin sarà possibile acquistare cover di telefonini e gadget dal design personalizzato. Il settore primario, la produzione enogastronomica tipica e i prodotti a km zero hanno premiato Maria Visentin che, con l’apertura di nuovi laboratori, potenzierà l’azienda agricola di Via Biscari n. 8, nel quartiere di S. Bona.
“Vedere aprire delle nuove aziende è già di per sé una notizia – sottolinea l’assessore – ci riempie poi di soddisfazione sapere che queste nuove opportunità sono il frutto del lavoro congiunto del Comune e delle associazioni di categoria cittadine. Devo dunque ringraziare tutte le realtà che sottoscrivendo il protocollo Start-Up hanno voluto offrire una chance di successo alle imprese innovative della nostra città. Con questa iniziativa, pensata dal territorio per il territorio, incentiviamo le opportunità di occupazione, dando fiducia ai giovani che vogliono farsi imprenditori di se stessi, facilitiamo le opportunità di vendita dei nostri prodotti e apriamo alle realtà commerciali che operano a favore dell'ambiente. Solo così Treviso può ripartire”. Accanto al contributo economico, i vincitori potranno usufruire di altri benefici messi a disposizione dalle realtà che hanno aderito al protocollo.