Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

L'indipendentista: "Consulta non ha competenza, ma il percorso non si ferma"

AUTODETERMINAZIONE DEL VENETO, LA CORTE ESAMINA IL 28 APRILE

Fissata l'udienza sul referendum: a Roma anche Alessio Morosin


VENEZIA - La Corte costituzionale ha fissato l'udienza in cui verrà esaminato il ricorso sulla costituzionalità del referendum sull'indipendenza del Veneto: la data scelta è il prossimo 28 aprile. Il governo, infatti, ha impugnato la legge regionale che indiceva la consultazione, sollevando questione di legittimità costituzionale. Davanti alla Consulta, oltre all'avvocatura dello Stato e al team di giuristi a cui la Regione ha affidato la propria difesa (Ivone Cacciavillani e Mario Bertolissi) è stato convocato anche l'avvocato Alessio Morosin. Il legale veneziano rappresenterà Indipendenza Veneta, di cui è fondatore e presidente: il movimento, infatti, ha presentato alla corte un “atto di intervento”, in cui ricordava di aver avviato il procedimento per il referendum, poi sfociato nella normativa votata dal consiglio regionale, promuovendo l'inziativa di legge popolare e raccogliendo a suo sostegno decine di migliaia di firme. “Mentre gli illustri colleghi rappresenteranno l'istituzione regionale – spiega – io avrò l'onore di essere portavoce degli interessi del Veneto come popolo e come comunità”.
Secondo l'avvocato Morosin il primo punto da discutere sarà la competenza della Consulta stessa a decidere sulla questione: “Che parametri costituzionali può applicare la Corte, se quello all'autodeterminazione è un diritto precostituzionale?”, si domanda l'indipendentista. Proprio per questo Morosin aveva proposto alla Regione di sostenere compatti questa tesi nell'udienza romana. L'avvocato confessa di non nutrire molte speranze su u via libera della Corte costituzionale “che, per sua stessa natura, è un organismo chiamato a difendere gli interessi dello Stato”. Ma al tempo stesso è sicuro che, qualunque sia la decisione, il percorso per permettere ai veneti di esprimersi non si fermerà: “L'autodeterminazione è un diritto non negoziabile, perciò può essere difeso anche in altre sedi, a livello internazionale”.