Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Scoperto dai carabinieri anche un raggiro sul web ai danni di un 61 di Riese

L'APPALTO IN FLORIDA ╚ FINTO, ARCHITETTO CASTELLANO NEI GUAI

Il professionista aveva proposto l'affare ad una ditta padovana


CASTELFRANCO/RIESE PIO X - I truffatori non vanno in vacanza nemmeno durante le festività natalizia. Gli autori di due raggiri sono stati individuati e scoperi dai Carabinieri della compagnia di Castelfranco. Nei guai è finito un libero professionista 64enne, residente nel capoluogo castellano: l'uomo, già con precedenti, aveva proposto ad una ditta di Campodoro, in provincia di Padova, di partecipare ad un appalto per la fornitura di materiali per la costruzione di un nuovo complesso residenziale in Florida. In cambio, aveva chiesto all'impresa di versare una percetuale al proprio studio di architettura come parcella per la mediazione. L'affare, ovviamente, era inesistente e, per avvalorarlo, il sedicente mediatore, oltre a fornire un nome falso, aveva prodotto vari documenti fasulli. Ora dovrà rispondere di tentata truffa aggravata.
Ha messo in piedi un ormai classico “pacco” sul web, invece, il secondo furbetto: un operaio di 38 anni, di Collegno, nel Torinese, ha messo in vendita, sul sito internet specializzato www.kijiji, it, un videgioco per playstation 4, al prezzo di 41 euro. Appena all'offerta ha abboccato un 61enne di Riese Pio X ed ha versato la somma richiesta, sotto forma di ricarica per la carta postepay del venditore, quest'ultimo è sparito nel nulla. Nemmeno il videogame, com'è facile immaginare, è mai arrivato a destinazione. Al malcapitato acquirente non è restato che recarsi alla stazione dell'Arma del paese e ora i militari hanno denunciato il piemontese in stato di libertà per truffa.