Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Alla fine di Mussolente-Vedelago (serie D) ha colpito il direttore di gara

PUGNI ALL'ARBITRO: DASPO PER QUATTRO ANNI AD UN CALCIATORE

Pietro Montino, 24 anni, è già stato squalificato dalla Figc fino al 2018


VEDELAGO - Al termine della partita di calcio a cinque, Mussolente-Futsal Vedelago, gara valida per il campionato di serie D, girone G, e disputata a Ca' Rainati di San Zenone lo scorso 12 dicembre, aveva colpito con un violento pugno all'addome l'arbitro che lo aveva ammonito. Il match si concluse sul punteggio di 1-1: il pareggio allo scadere del Mussolente scatenò l'ira furibonda dei giocatori vedelaghesi. A rendersi protagonista dell'aggressione fisica al direttore di gara era stato un 24enne di Castelfranco, Pietro Montino. Il giovane, già squalificato dalla Figc per tre anni e mezzo (fino al 30 giugno 2018), è finito anche nel mirino della Questura di Treviso. La polizia ha disposto per il calciatore un daspo della durata di 4 anni. In base al provvedimento, firmato dal Questore, il 24enne non potrà assistere come spettatore a nessuna gara di calcio e calcio a cinque, di tutte le categorie, e non potrà accedere presso le strutture in cui vengono disputati gli incontri della sua ex squadra, nelle due ore precedenti e nelle due ore seguenti alle partite. Inoltre il giovane non potrà neppure partecipare ad eventuali trasferte all'estero del futsal Vedelago. Dopo l'aggressione l'arbitro, un 24enne trevigiano, fu costretto a recarsi presso il pronto soccorso per insufficienza respiratoria e forti conati di vomito: per lui furono cinque i giorni di prognosi. Il direttore di gara ha inoltre chiesto ufficialmente alla federazione di poter sporgere denuncia nei confronti del calciatore. Ai nostri microfoni il dirigente della divisione anticrimine della Questura di Treviso, Luca Migliorini.Il dirigente della Digos, Gianfabrizio Moschini, e Luca Migliorini, dirigente settore Anticrimine della polizia