Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Riese Pio X, ladri entrati forzando una porta antipanico del magazzino di via Minato

RAZZIATA LUNEDÌ NOTTE LA "IAWO", BOTTINO DI OLTRE 50MILA EURO

Spariti dal magazzino migliaia di capi d'abbigliamento per il ciclismo


RIESE PIO X - (NC) Decine di scatoloni con all'interno migliaia di capi d'abbigliamento per il ciclismo per un valore di 50mila euro. Questo il bottino di un furto messo a segno dai ladri nella notte tra lunedì e martedì ai danni della ditta "Iawo srl" di Vallà di Riese Pio X, in via Minato. I ladri sono penetrati all'interno del magazzino forzando una porta antipanico. Il sistema d'allarme, riferiscono i carabinieri di Castelfranco che indagano sull'episodio, è scattato ma inutilmente: mancava infatti il dispositivo di allerta a forze dell'ordine e proprietari che hanno scoperto il furto solo martedì mattina, al momento di riaprire l'azienda. I ladri hanno portato via centinaia di scatoloni con all'interno abbigliamento per il ciclismo che era destinato alla vendita; probabilmente, si ipotizza, la refurtiva sono stati caricati è stata caricata a bordo di uno o più furgoni. Gli investigatori ipotizzano un furto su commissione con la merce destinata a finire all'estero o in vendita su internet. Si tratta di un colpo certamente studiato nei minimi dettagli: i malviventi hanno potuto agire indisturbati e nella zona non sono presenti telecamere di videosorveglianza.