Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il presidente a Buongiorno Veneto Uno parla dello splendido momento della squadra

PAOLO VAZZOLER: "TREVISO BASKET E CITTÀ SONO UNA SOLA COSA"

"Campionato duro ed equilibrato, ma noi ci siamo"


TREVISO - Lo splendido momento della De' Longhi Treviso Basket è testimoniato dal primo posto in campionato, da dividere con l'Acmar Ravenna, e dalla qualificazione alle Final Six di Coppa Italia, in marzo a Rimini. Ospite di Buongiorno Veneto Uno è stato il presidente biancoceleste Paolo Vazzoler, che ha commentato momento attuale e prospettive della squadra al termine del girone di andata di Silver. "La Coppa Italia la vidi l'anno scorso, è un bell’evento, con partite molto intense e ben giocate; ed anche per noi sarà importante esserci, proprio per avere un primo contatto con le cugine della serie superiore. Davvero: chi immaginava un momento così sereno e piacevole? Domenica, considerato il periodo di vacanza, mi aspettavo meno degli oltre 4 mila tifosi e, cosa bellissima, ho visto gran parte del Palaverde alzarsi in piedi non sollecitato dalla curva. Mi piace vedere la gente che sta a palazzo anche dopo la fine, che legge i giornali commentando positivamente; e chi non c’era rammaricarsi per non essere venuto. C’è una grande voglia di partecipazione, di condivisione di percorso fra città e squadra, che poi era l’obiettivo di quando due anni fa iniziammo questa avventura. Meglio di così…"
La De' Longhi sta dimostrando maturità e sicurezza da grande. "Sono nostre qualità che dovremmo esibire sempre, ma è un torneo molto equilibrato e noi non siamo una corazzata ma un gruppo ricco di giovani che finora hanno fornito buone prove. Treviso vince solo se gioca di squadra."
Quell’1-4 di dicembre non ti faceva pensare ad una crisi?
"Ma no: ero sereno, perdere ci sta ed anzi poteva capitare prima, quando eravamo pieni di alibi, fra cui l’assenza di Fantinelli, uno che meriterebbe categorie più importanti. Io poi più che Imola temevo la gara con Ferrara, eravamo nel momento più duro; la Silver è difficile, Piacenza con Becirovic verrà su e la classifica si accorcerà ancor più."