Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO L'interpretazione del fal˛ del professor Emanuele Bell˛

PRONOSTEGO DEL PANEVIN: "FUMO A REB╚L MA FALIVE A GARB╠N"

SarÓ ancora un anno interlocutorio ma sotto il segno dell'ottimismo


TREVISO - Grande partecipazione di pubblico nei tanti panevin accesi nella notte dell'Epifania nella Marca trevigiana. E dato il freddo in tanti si sono stretti attorno al fuoco sorseggiando un vin brulè e addentato una fetta di Pinza, e molti i dolciumi distribuiti nelle calze per i più piccoli. C'era grande attesa però anche per il tradizionale "pronostego" segnato dal fumo e dalla faville che si alzano dalla catasta. E l'interpretazione l'abbiamo affidata al professor Emanuele Bellò, esperto studioso della cultura tradizionale trevigiana, che ha assistito al falò presso le Ca' Mate a Casier. "Il fumo era a rebèl, aveva un senso vorticoso e questo è presagio di un anno positivo, ma le faville sono invece andate a Garbìn, ovvero verso il libeccio (sud/sud-est) e questo è sintomo di un trand ancora altalenante. In sostanza il 2015 pronosticato dai panevin, un po' di tutta la provincia è il medesimo: non bene, ne male, con segnali di ripresa - conclude il professor Emanuele Bellò - anno interlocutorio... un po' come adesso, siamo in crisi ma c'è qualche segnale di ottimismo."


Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
05/01/2015 - Ecco la notte dei Panevin: la Marca si accende di fal˛