Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'origine dalla canna fumaria: pompieri al lavoro fino all'alba

TETTO DISTRUTTO, INCENDIO NELLA NOTTE A CASTELFRANCO

Il rogo si è sviluppato poco dopo mezzanotte in un'ex casa colonica


CASTELFRANCO VENETO - Nella notte dei panevin, anche un falò tutt'altro che benaugurante. Poco dopo mezzanotte un incendio si è sviluppato in una casa colonica di Castelfranco: il rogo si è sviluppato, in particolare, in uno dei tre appartamenti dell'immobile a due piani, parzialmente ristrutturato e situato in via Bella Venezia 18.
Secondo la prima ricostruzione, l'innesco decisivo, come spesso avviene, si è originato dalla canna fumaria, surriscaldata e forse non isolata a dovere, e hanno presto invaso il tetto del fabbricato. Il rapido intervento dei Vigili del fuoco – scattato l'allarme, sul posto si sono precipitate cinque squadre dal capoluogo castellano, Montebelluna, Asolo e Treviso - e cinque ore di lavoro continuato da parte dei pompieri hanno consentito, però, di isolare la porzione interessata dalle fiamme, salvando in resto della copertura e limitando i danni. Ciò nonostante, la struttura per ragioni di sicurezza è stato dichiarata inagibile. Non risultano feriti.