Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/227: JUSTIN THOMAS SENZA RIVALI AL BRIDGESTONE INVITATIONAL

Il terzo evento del circuito World Golf Championship


AKRON (USA) - È Francesco Molinari a godere il favore degli spettatori. Lo divide con il leader mondiale Dustin Johnson, che di WGC ne ha già conquistati cinque. Anche Tiger Woods, riemerso grazie alla bella prestazione nell’Open Championship, è atteso con...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/226: UN BEL COMPLEANNO FESTEGGIATO SUL FAIRWAY

Torneo e party in onore di Luigino Conti, patron di Ca' della Nave


MARTELLAGO - Una Louisiana a due, per festeggiare il genetliaco di Luigino Conti, direttore del Club Cà della Nave, persona che sa farsi benvolere.Luigino, che ormai da tre anni ha assunto la dirigenza del Circolo trovando nel suo cammino un mare di difficoltà, è riuscito a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/225: CON L'ACI SI GIOCA NEL BOSCO DELLA SERENISSIMA

Al Golf Cansiglio il torneo promosso dall'Automobile Club


TAMBRE D'ALPAGO - L’Automobile Club d’Italia ha cura dei propri soci: al di là del suo compito d’istituto su tutto quanto è attinente all’automobile, mette a loro disposizione un Campionato italiano di Golf, che gira da aprile ad agosto, su 28 tra i...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appello a Ca Sugana della società sulla gestione degli impianti sportivi

IL CALCIO TREVISO: "VOGLIAMO CHIAREZZA SU TENNI E LANCENIGO"

"Troppe spese a carico nostro, il comune ci ha abbandonato"


TREVISO - Il Calcio Treviso non ce la fa più a sopportare una situazione diventata insostenibile, quella della gestione delle strutture comunali come lo stadio Tenni e Lancenigo, e rivolge un appello a Ca Sugana affinchè si faccia al più presto e definitivamente chiarezza, anche nei rapporti, mai ben definiti, con Renzo Corvezzo e la sua presenza allo stadio ed a Lancenigo. Dice il direttore amministrativo Gerardo Schettino: "La Provincia e il Comune vanno comunque ringraziati per aver permesso di avviare il nostro progetto, certo è che oggi noi siamo costretti a vivere alla giornata. Prendiamo il Tenni. Noi paghiamo 350 euro per avere il permesso di giocare ciascuna partita, ma tutto il resto è a carico nostro: bollette, manutenzione, spese di gestione. Abbiamo ridipinto gli spogliatoi, messo a posto le luci, le docce, paghiamo un collaboratore per la cura del manto erboso, è stato acquistato anche un trattore: sempre di tasca nostra. Sotto la curva nord e i popolari di fronte alla tribuna c’è una vera e propria discarica a cielo aperto: a chi tocca la bonifica?" Una stagione in Eccellenza al Treviso costa sui 30 mila euro solo di utenze (gas, luce, acqua), partite, manutenzione e pulizie varie, più tutto il resto. "La chiarezza che chiediamo significa avere al più presto un bando di gara per l’utilizzo del Tenni o anche una trattativa privata, insomma un documento che ci faccia stare definitivamente più tranquilli. Anche perché se domani lo sponsor volesse aprire al Tenni un Segafredo point, o noi un bar aperto 7 giorni su 7, ovvero un punto vendita per il merchandising dello sponsor tecnico, ciò non è possibile. Il Treviso tra poco diventerà una SRL e si doterà di un Consorzio: mi dite che risposte daremo ai soci in una situazione così confusa?"