Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/351: DOPPIO EAGLE ALL'ULTIMO GIRO, BERGER VINCE L'AT&T PEBBLE BEACH

Il 28enne sorpassa in volata NcNealy, crolla invece Molinari


STATI UNITI - Siamo in California, a Pebble Beach, nella Contea di Monterey, piccola comunità sulla costa del pacifico. Si gioca una Pro-Am atipica, che a causa dell’emergenza sanitaria non viene giocata in compagnia delle celebrità come d’uso, è quindi una normale...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/350: DUSTIN JOHNSON CONFERMA LA SUA LEADERSHIP MONDIALE AL SAUDI INTERNATIONAL

Azzurri nelle retrovie, 33esimo il vicentino Migliozzi


ARABIA SAUDITA - Questa settimana l’Eurotour ha messo in scena il Saudi International, al Royal Greens Golf and Country Club, a King Abdullah Economic City, in Arabia Saudita; ai tee di partenza, ci sono ben sette azzurri, che hanno l’opportunità di giocare con veri big: il...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/349: IL TEXANO PATRICK REED FESTEGGIA ALL'INSURANCE FARMERS OPEN

Gran rimonta di un ritrovato Molinari: da 39° a decimo


LA JOLLA (USA) - Concluso l’American Express con l’ottavo posto in classifica, Francesco Molinari si trova ora impegnato nel Farmers Insurance Open, ancora in California, non più a La Quinta ma a La Jolla - San Diego, al Torrey Pines Golf Course che sorge sul posto dove...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appello a Ca Sugana della societā sulla gestione degli impianti sportivi

IL CALCIO TREVISO: "VOGLIAMO CHIAREZZA SU TENNI E LANCENIGO"

"Troppe spese a carico nostro, il comune ci ha abbandonato"


TREVISO - Il Calcio Treviso non ce la fa più a sopportare una situazione diventata insostenibile, quella della gestione delle strutture comunali come lo stadio Tenni e Lancenigo, e rivolge un appello a Ca Sugana affinchè si faccia al più presto e definitivamente chiarezza, anche nei rapporti, mai ben definiti, con Renzo Corvezzo e la sua presenza allo stadio ed a Lancenigo. Dice il direttore amministrativo Gerardo Schettino: "La Provincia e il Comune vanno comunque ringraziati per aver permesso di avviare il nostro progetto, certo è che oggi noi siamo costretti a vivere alla giornata. Prendiamo il Tenni. Noi paghiamo 350 euro per avere il permesso di giocare ciascuna partita, ma tutto il resto è a carico nostro: bollette, manutenzione, spese di gestione. Abbiamo ridipinto gli spogliatoi, messo a posto le luci, le docce, paghiamo un collaboratore per la cura del manto erboso, è stato acquistato anche un trattore: sempre di tasca nostra. Sotto la curva nord e i popolari di fronte alla tribuna c’è una vera e propria discarica a cielo aperto: a chi tocca la bonifica?" Una stagione in Eccellenza al Treviso costa sui 30 mila euro solo di utenze (gas, luce, acqua), partite, manutenzione e pulizie varie, più tutto il resto. "La chiarezza che chiediamo significa avere al più presto un bando di gara per l’utilizzo del Tenni o anche una trattativa privata, insomma un documento che ci faccia stare definitivamente più tranquilli. Anche perché se domani lo sponsor volesse aprire al Tenni un Segafredo point, o noi un bar aperto 7 giorni su 7, ovvero un punto vendita per il merchandising dello sponsor tecnico, ciò non è possibile. Il Treviso tra poco diventerà una SRL e si doterà di un Consorzio: mi dite che risposte daremo ai soci in una situazione così confusa?"