Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Appello a Ca Sugana della societą sulla gestione degli impianti sportivi

IL CALCIO TREVISO: "VOGLIAMO CHIAREZZA SU TENNI E LANCENIGO"

"Troppe spese a carico nostro, il comune ci ha abbandonato"


TREVISO - Il Calcio Treviso non ce la fa più a sopportare una situazione diventata insostenibile, quella della gestione delle strutture comunali come lo stadio Tenni e Lancenigo, e rivolge un appello a Ca Sugana affinchè si faccia al più presto e definitivamente chiarezza, anche nei rapporti, mai ben definiti, con Renzo Corvezzo e la sua presenza allo stadio ed a Lancenigo. Dice il direttore amministrativo Gerardo Schettino: "La Provincia e il Comune vanno comunque ringraziati per aver permesso di avviare il nostro progetto, certo è che oggi noi siamo costretti a vivere alla giornata. Prendiamo il Tenni. Noi paghiamo 350 euro per avere il permesso di giocare ciascuna partita, ma tutto il resto è a carico nostro: bollette, manutenzione, spese di gestione. Abbiamo ridipinto gli spogliatoi, messo a posto le luci, le docce, paghiamo un collaboratore per la cura del manto erboso, è stato acquistato anche un trattore: sempre di tasca nostra. Sotto la curva nord e i popolari di fronte alla tribuna c’è una vera e propria discarica a cielo aperto: a chi tocca la bonifica?" Una stagione in Eccellenza al Treviso costa sui 30 mila euro solo di utenze (gas, luce, acqua), partite, manutenzione e pulizie varie, più tutto il resto. "La chiarezza che chiediamo significa avere al più presto un bando di gara per l’utilizzo del Tenni o anche una trattativa privata, insomma un documento che ci faccia stare definitivamente più tranquilli. Anche perché se domani lo sponsor volesse aprire al Tenni un Segafredo point, o noi un bar aperto 7 giorni su 7, ovvero un punto vendita per il merchandising dello sponsor tecnico, ciò non è possibile. Il Treviso tra poco diventerà una SRL e si doterà di un Consorzio: mi dite che risposte daremo ai soci in una situazione così confusa?"