Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Indagano i carabinieri, in azione una banda composta da due o tre persone

ARCADE, TRUFFATORI DURANTE IL PANEVIN

Spesi alle casse da ignoti 920 euro falsi, alpini e volontari raggirati


ARCADE - Truffatori in azione lunedì sera durante lo svolgimento dello storico panevin di Arcade, giunto alla sua 48ª edizione. Una banda, si sospetta composta da due o tre persone, ha approfittato dell'evento che aveva visto la consueta partecipazione del governatore Luca Zaia, per smerciare banconote false, quasi tutte da 50 euro. Ad essere raggirati gli alpini della sezione di Arcade che da sempre organizzano l'evento: al termine della manifestazione, controllando il denaro nelle tre casse predisposte, sono stati rinvenuti 920 euro falsi. I truffatori avevano smerciato la carta moneta contraffatta acquistando alle casse i tagliandi per rifornirsi di vino, vin brulèe, salsicce e polenta e ottenendo come resto del denaro “buono”.

L'azione dei malviventi è passata totalmente inosservata, complice anche le migliaia di persone presenti in attesa di accendere il panevin: nessuno si è reso conto di quanto era accaduto. Sull'episodio, denunciato ieri dal presidente degli Alpini di Arcade, Florindo Cecconato, indagano ora i carabinieri di Nervesa. Saranno visionate dagli investigatori le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona e potrebbe essere utile anche la testimonianza di chi ha notato qualche movimento “strano” in piazza. Anche il sindaco, Domenico Presti, si sta mobilitando in questo senso. Nella notte tra lunedì e martedì era stato forte lo sconforto di volontari ed alpini che avevano fornito la loro collaborazione per il panevin.

Controllando le banconote da 50 euro alcune apparivano evidentemente diverse dalle altre, sia per il colore che per alcuni dettagli mancanti rispetto alla carta moneta originale. L'apposita lampada anti-falso ha reso tutto più chiaro: al termine della conta risultavano ben 18 banconote da 50 euro “tarocche” ed una da 20 euro, sempre contraffatta. “Erano chiaramente slavate, più chiare -dice una delle volontarie- c'era tanta gente e i cassieri ogni tanto si davano il cambio, impossibile accorgersi: il denaro falso è stato speso in tutte e tre le casse. Non abbiamo per ora sospetti”. A fugare ogni dubbio circa la falsità delle banconote, poste sotto sequestro dagli investigatori per accertarne la provenienza (non si esclude possano essere state prodotte in alcune “stamperie” del Sud Italia), un altro dettaglio che era davvero inequivocabile: tutte avevano il medesimo numero di serie.