Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Quattro anni e sei mesi di reclusione inflitti a un marocchino di 38 anni

ABUSA DELLA VICINA E LA MINACCIA CON UNA RONCOLA: CONDANNATO

Una volta scoperto, si era scagliato anche contro i carabinieri


TREVISO – (gp) Ha abusato sessualmente della ex minacciandola con una roncola. Ma non solo: una volta scoperto si è scagliato contro i carabinieri rimediando l'arresto. Era il 24 aprile scorso quando un marocchino di 38 anni finì in carcere e in seguito a processo per violenza sessuale aggravata, minacce, resistenza a pubblico ufficiale e violazione di domicilio. Pur scegliendo di contenere la pena grazie al rito abbreviato, l'uomo, difeso dall'avvocato Alessandra Nava, è stato condannato dal gup Angelo Mascolo a quattro anni e sei mesi di reclusione. Una sentenza che la difesa ha già deciso di appellare contestando la ricostruzione dei fatti fornita dalla vittima. Secondo gli inquirenti infatti l'uomo, armato di coltello, si sarebbe introdotto nell'abitazione della ex, avrebbe chiuso la porta a chiave lasciando fuori casa il figlio minore della donna e poi avrebbe abusato di lei, nonostante il netto rifiuto della vittima. Puntandole la lama in faccia, l'avrebbe inoltre minacciata di morte, assieme ai figli, se non avesse assecondato i suoi istinti. Una volta intervenuti i carabinieri, si sarebbe poi scagliato contro di loro colpendoli con calci e pugni e continuando a dare in escandescenze anche in caserma, dove venne condotto dai militari.