Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

Carbonera, l'inaugurazione sabato 10 gennaio. In concerto i Chaos

LE RADICI DI CRISTINA ACQUISTUCCI IN MOSTRA AL TEATRO CAPOVOLTO

L'intervista alla pittrice, scenografa e restauratrice trevigiana


CARBONERA - (ag) Da simbolo di legami e appartenenza, a immagine di costrizione. Le Radici acquisiscono una duplice valenza nella pittura di Cristina Acquistucci, la cui mostra inaugura sabato 10 gennaio, alle 21.00, negli spazi del Teatro Capovolto di Carbonera, in una serata arricchita dalle improvvisazioni jazz dei Chaos.
A Buongiorno Veneto Uno è intervenuta la la pittrice, scenografa e restauratrice trevigiana per spiegare il significato della sua ricerca artistica, che scava nella simbologia delle radici “Oltre a significare un attaccamento ancestrale alla vita, elemento biologico che trasporta linfa vitale, le radici rappresentano per me le costrizioni e i condizionamenti che imprigionano e soffocano. Diventano significanti e significati in una dicotomia in cui convivono allo stesso tempo l'origine vitale, l'evoluzione e perfezione della natura e una forza costrittiva e distruttiva, una fissità strutturata.”
Oltre alle radici, il tema che ricorre nelle opere di Cristina Acquistucci è il femminino, anch'esso rivelatore di una duplice condizione: “a tratti fragile, violato, rassegnato, a tratti consapevole, fiero e battagliero”. “La mia è una denuncia verso una società che ci stritola e ci rende schiavi di clichè. In fondo rappresento l'essere umano nella sua essenza. E l'essenza che preferisco è quella femminile.”
La mostra, stabile per due mesi, ospiterà una decina di opere dell'artista, tra cui due nuovi lavori: “Yourself” e “Miles Away”.


La “colonna sonora” della serata di sabato 10 gennaio sarà affidata alle improvvisazioni elettro-acustiche dei Chaos, formazione composta da Andrea Battaglion (chitarra elettrica, e-bow, oggetti, effetti, loop), Gabriele Bruzzolo (percussioni acustiche e campionate, elettronica, oggetti, effetti, loop), Paolo Lazazzara (percussioni e fiati etnici), Michele Palmieri (chitarra elettrica, basso a 5 corde, effetti), Joachim Thomas (tastiere, laptop, elettronica, effetti).

Per info: www.teatrocapovolto.org