Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, Manildo: “Non tornerò indietro, sarebbe contro con il diritto europeo"

"AMMINISTRATIVAMENTE, FRANCO E JOE È COME FOSSERO SPOSATI"

Il sindaco ha trascritto nozze omosessuali e celebrate all'estero


TREVISO - Franco Fighera e Joe Fernandes sono la prima coppia omosessuale ufficialmente registrato nello stato civile del Comune di Treviso. La questione giuridica è molto complessa, ma dopo la decisione del sindaco Giovanni Manildo di trascrivere l'unione contratta dai due trevigiani in Brasile, per quanto riguarda gli atti amministrativi del Comune, i due cittadini potrebbero essere considerati alla stregua di coppie eterosessuali regolarmente sposate, come spiega lo stesso Manildo.
Ovviamente, per lo Stato non ha valore, poiché la legge non riconosce il matrimonio tra persone del medesimo sesso. Per questo, seguendo anche una circolare emanata nei mesi scorsi dal ministero dell'Interno, il prefetto potrebbe chiedere di annullare la disposizione. Il sindaco, però, assicura che non tornerà indietro: “L’annullamento contrasterebbe con il diritto europeo – conferma Manildo -. Il Prefetto dal canto suo è libero di annullarla e le persone interessate di valutare eventuali azioni legali a loro tutela”.
Il responsabile di Ca' Sugana ribadisce come Treviso si aggiunga ad altre città che hanno già sottoscritto unioni tra omosessuali, come Bologna, Udine e Pordenone per fare solo degli esempi. E le parole del sindaco, sono rafforzate dall'assessore Anna Caterina Cabino: “Treviso con questo atto si potrà annoverare tra le città italiane dei diritti”. Questo, tuttavia, secondo i vertici dell'amministrazione comunale, non diminuisce l'urgenza di una legge in materia: “Mentre la normativa europea è molto chiara - sottolinea Manildo -, a livello parlamentare invece esiste un vuoto normativo che crediamo debba essere colmato al più presto"