Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/190: L'OPEN D'ITALIA 2017 È DA RECORD

Davanti a 73mila spettatori, vince l'inglese Hatton


MONZA - Eccoci giunti all’attesissimo evento, la manifestazione golfistica cardine sul territorio italiano! Preceduto da festeggiamenti, si è celebrato, dal 12 al 15 ottobre il 74° Open d’Italia, al Golf Club Milano. I più forti professionisti mondiali di Golf si son...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/189: CAMPI PRATICA, COLONNA PORTANTE DELLO SPORT

A Ca' della Nave il torneo dell'associazione dei club


MARTELLAGO - È con simpatia, che sabato 30 settembre il Golf Club Cà della Nave ha accolto l’Associazione Campi Pratica per una gara stableford a tre categorie, settima degli otto incontri della serie TROFEO, che a turno ogni Circolo appartenente all’associazione,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/188: TUTTO PRONTO PER L'OPEN D'ITALIA 2017

Al Parco di Monza il torneo del massimo circuito europeo


TREVISO - Il 74° Open d’Italia sta per andare in scena; è il principale evento sportivo nazionale legato alla Ryder Cup 2022, la sfida fra Europa e Stati Uniti, in programma fra cinque anni al Marco Simone Golf & Country Club. È il primo Open d’Italia con un...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO E FOTO Bocche chiuse con lo skotch per rivendicare la libertà di pensiero

"JE SUIS CHARLIE": IN CENTINAIA AL FLASHMOB IN PIAZZA DEL SIGNORI

Cartelli, striscioni e le immagini delle prime pagine di Charlie Hebdo


TREVISO - Erano in centinaia questo pomeriggio in piazza dei Signori a Treviso a partecipare al flashmob per commemorare le vittime della strage di Parigi. Cartelli, striscioni, immagini con le prime pagine della rivista "Charlie Hebdo" e bocche dei partecipanti al sit-in, molti giovanissimi, rigorosamente chiuse con del nastro adesivo, per rivendicare la libertà di pensiero e parola: questi i temi dell'iniziativa che era stata preceduta in mattinata da un'analoga manifestazione che si è svolta a Montebelluna. Nella notte intanto blitz da parte degli attivisti di Forza Nuova che a Mogliano presso l'associazione culturale islamica “Amici della pace” hanno esposto alcuni striscioni con su scritto: “Abbiamo vinto a Lepanto, vinceremo ancora, fuori l'Islam dall'Italia”. In piazza dei Signori abbiamo raccolto alcune voci dei partecipanti al sit in. Tra loro anche don Bruno Baratto, direttore della Migrantes di Treviso. Numerose le personalità politiche e gli esponenti dell'amministrazione comunale di Treviso tra cui l'assessore all'istruzione, Annta Caterina Cabino che è intervenuta sulle scritte comparse all'esterno della sua abitazione contro il suo appoggio alle unioni omosessuali.