Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa un 21enne che ha raggiunto un accordo per patteggiare la pena

FURTO E SPINTONI: 20 MESI PER UNA RAPINA IMPROPRIA ALL'OVIESSE

Usufruirà della sospensione condizionale soltanto se risarcirà il danno


TREVISO – (gp) Venti mesi di reclusione, pena sospesa, condizionata al risarcimento totale del danno. Si è chiuso con un patteggiamento il processo per direttissima che vedeva imputato per rapina impropria un 21enne trevigiano arrestato sabato sera dagli uomini delle volanti della questura di Treviso dopo essersi reso protagonista di un furto all'interno dell'Oviesse di via XX Settembre. Il giovane, che secondo gli inquirenti avrebbe agito con un complice rimasto sconosciuto alle autorità, era finito in manette qualche minuto dopo il colpo. Il 21enne aveva arraffato una serie di capo d'abbigliamento, per il valore di qualche decina di euro, e aveva cercato di uscire dal negozio senza passare per le casse. Scoperto dall'addetto alla vigilanza, il giovane lo aveva spinto contro uno degli appendiabiti per riuscire a darsi alla fuga. Immediata la chiamata al 113 che, poco distante, ha trovato il 21enne. Di fronte al giudice ha ammesso di essere stato lui l'autore del furto, dicendo di non sapere perchè l'ha fatto e sostenendo di essere stato in preda ai fumi dell'alcol. Dichiarazioni che hanno permesso di contenere la pena che verrà sospesa soltanto se il danno verrà risarcito.