Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, derubato di cellulare e pochi spiccioli, l'episodio sabato scorso

STUDENTE 21ENNE RAPINATO DA UNA GANG AL PONTE DEA GOBA

Spintonato e steso a terra da tre giovani, indagano i carabinieri


TREVISO - Sorpreso alle spalle, preso a schiaffi e spintonato violentemente a terra. Ennesima aggressione alle porte della città. L'episodio è avvenuto sabato sera, poco dopo le 20, al Ponte dea Goba, a pochi passi dalla Restera. Ad essere rapinato uno studente 20enne di Silea. Il giovane si trovava a transitare nella zona quando è stato avvicinato da un gruppetto composto da tre stranieri che lo hanno costretto con la forza a consegnare il proprio telefono cellulare e 15 euro in contanti, tutto ciò che aveva in tasca. Il gruppetto, steso a terra il giovane e preso il bottino, si è poi diretto verso la Restera, facendo perdere le proprie tracce. Al malcapitato, sotto choc e terrorizzato per l'accaduto, ha poi chiesto aiuto ad alcuni passanti che hanno lanciato l'allarme al 112. L'episodio è stato denunciato l'indomani ai carabinieri di Silea che ora indagano sull'episodio. Gli investigatori, in base al racconto fornito dal ragazzo e ad una sommaria descrizione degli aggressori, provvederanno all'identificazione degli stessi nei prossimi giorni: si tratterebbe di un gruppo di giovani malviventi non nuovi ad episodi simili.